Ultim'ora

SESSA AURUNCA – Carenza idrica nelle Toraglie, il dirigente Sarao si dimette dopo l’ennesimo scontro con Sasso

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

SESSA AURUNCA (Matilde Crolla) – Il dirigente dell’area Ambiente del Comune di Sessa Aurunca, Pasquale Sarao, ha rassegnato le dimissioni. Lo ha fatto questa mattina, dopo l’ennesimo scontro con il sindaco, Silvio Sasso. Pare che il pomo della discordia sia da individuare nella problematica legata alla carenza idrica che in questi ultimi giorni si è registrata nelle frazioni, e più in particolare nella zona delle Toraglie. A seguito delle lamentele, giunte per la rottura del pozzo di San Carlo, sembrerebbe che il sindaco abbia ‘scaricato’ la responsabilità sul caposettore Sarao, con il quale è ai ferri corti da diverso tempo. E questa volta il geologo di Sessa Aurunca avrebbe deciso di non soprassedere, rassegnando le dimissioni da caposettore. Dunque, di fatto Pasquale Sarao resta nell’organico comunale, ma ha deciso di non ricoprire più la carica di dirigente dell’Area Ambientale del Comune, settore che si occupa nello specifico non solo del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, ma anche di quello di Protezione civile e del ciclo integrato delle acque. Pasquale Sarao anche in passato ha avuto dei momenti di attrito con la passata amministrazione, ed in particolare con l’ex sindaco Luigi Tommasino, che qualche mese prima del rinnovo del consiglio comunale lo trasferì a dirigere l’area Ambientale anziché quella Urbanistica dove si trovava un tempo. Lo smacco per Sarao fu pesante. La speranza è stata quella di recuperare un incarico a lui caro con l’insediamento dei nuovi amministratori. Ed, invece, nulla da fare. Lo strappo con i politici locali con l’insediamento di Silvio Sasso è stato ancora più forte, tant’è che è rimasto a dirigere l’area Ambientale ed in questi mesi si è ritrovato spesso a vivere momenti di frizione con il primo cittadino. Oggi la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Sarao si è dimesso da caposettore. Ma bisognerà vedere domattina se il sindaco Sasso sarà disposto o meno ad accettare le sue dimissioni, visto che la macchina amministrativa in questo periodo va a rilento, anche a causa di altri spostamenti negli uffici municipali ‘orchestrati’ proprio dalla fascia tricolore.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Casapesenna – Coronavirus, imprenditore stroncato 57 anni.

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Casapesenna – E’ deceduto Antonio Nocera, un imprenditore edile di 57 anni, all’ospedale di Maddaloni. Nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.