Ultim'ora
Una delle baracche sequestrate

CELLOLE – Abusi edilizi, blitz dei vigili urbani a Fontanavecchia: sigilli a quattro ‘baracche’

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

CELLOLE (Matilde Crolla) – Nuovo blitz dei vigili urbani di Cellole, ai comandi di Vito Montecuollo, in località Fontanavecchia all’ingresso di Baia Domizia sud. Nelle giornate del 19 e del 22 agosto i caschi bianchi della cittadina litoranea hanno proceduto al sequestro di altri quattro manufatti abusivi, realizzati senza alcuna autorizzazione edilizia. Sono stati, inoltre, multati i responsabili dell’abuso. Nonostante i tanti impegni del comando vigili tra viabilità e manifestazioni tra Cellole e Baia Domizia, i caschi bianchi in questi giorni hanno voluto dare un’ulteriore smacco alle irregolarità di carattere edilizio. E, dunque, nel corso di un giro di controllo del territorio hanno riscontrato nella zona, dove negli anni ’80 sono state realizzate diverse abitazioni abusive, la presenza di altre ben quattro ‘baracche’ messe in piedi senza alcuna licenza. Immediatamente sono scattati i sigilli. Ora l’ufficio tecnico comunale di Cellole, cui responsabile è l’ingegnere Pietro D’Orazio, nel giro di novanta giorni emetterà un’ordinanza di abbattimento degli immobili. Se i proprietari procederanno  alla demolizione delle stesse a proprie spese resteranno in possesso del terreno, altrimenti anche il suolo diventerà comunale.

Guarda anche

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Rapine, titolari si oppongono ai malviventi: uno fugge, l’altro arrestato. Ferito un passante

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto SANTA MARIA CAPUA VETERE – Quest’oggi una coppia di malviventi ha cercato di realizzare una …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.