Ultim'ora

SESSA AURUNCA – Sasso cerca di salvare la poltrona e convoca un interpartitico. Ma i ‘dissidenti’ sono pronti alla sfiducia

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

SESSA AURUNCA (Matilde Crolla) – Un interpartitico di maggioranza alla vigilia del consiglio comunale per l’approvazione del bilancio: il sindaco Silvio Sasso cerca di correre ai ripari. Il timore del primo cittadino in questi giorni sembrerebbe quello di essere già alle battute finali di un percorso appena incominciato. Il coraggio, il guardare avanti senza ‘guardare in faccia a nessuno’, l’essere un sindaco ‘libero’ molto probabilmente saranno le cause che porteranno Silvio Sasso a dover lasciare la poltrona prima di averla occupata come si conviene. Il prossimo 22 agosto è stato convocato il civico consesso per l’approvazione del bilancio. Molto probabilmente non si presenterà nessuno nemmeno questa volta e si dovrà optare per la seconda convocazione prevista per il 23 agosto. La sera del 22, dunque, il sindaco pare abbia intenzione di incontrare tutti i suoi consiglieri e cercare di trovare un accordo. E’ possibile che il sindaco decida di accontentare coloro che ‘scalciano’ di più per non perdere l’importante occasione. Tutto sarà deciso quella sera. Al momento i numeri necessari per approvare il rendiconto finanziario 2015 non ci sono, nonostante il sindaco Sasso abbia dalla sua parte i consiglieri di minoranza Luigi Del Mastro e Carlo Loffredo. E secondo voci indiscrete sembrerebbe che anche se il 22 tenterà di salvare il salvabile i ‘dissidenti’ non si convinceranno. Ormai lo strappo c’è stato. Negli ambienti politici locali circola voce che Massimo Schiavone, Ida Zuccheroso, Riccardo Zannini e Basilio Vernile non avrebbero più alcuna intenzione di scendere a patti con la fascia tricolore sessana, che dal primo giorno li ha tenuti all’oscuro di tutto, senza mai confrontarsi con loro anche per la costituzione della giunta. Ancora dubbia resta, invece, la posizione dei consiglieri del ‘Circolo Vassallo’, Maria Teresa Sasso e Domenico Bevellino, alla ricerca di una ‘motivazione politica’ che possa giustificare la sfiducia. Stessa cosa anche per Lorenzo Fusco. Dunque, allo stato attuale il mandato di Silvio Sasso ha i giorni contati. Gli unici al momento ancora a sostenerlo sono Luciano Di Meo, Martina Di Meo e Ciro Marcigliano. Ricordiamo che per l’approvazione del bilancio, rendiconto finanziario 2015, sono necessari otto voti più uno in prima seduta ed uno in più in seconda.

Guarda anche

Dragoni / Formicola – Comunità Montana, Lavornia abbandona Patriciello e abbraccia Zannini: è il nuovo “Imperatore” dell’ente

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Dragoni / Formicola – Silvio Lavornia ufficializza il suo “passagguio di cantiere” dal Centro Destra …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.