Ultim'ora

CELLOLE – Un lungomare di 4 km tra le dune di Baia Domizia, De Luca pronto a ‘snellire’ i vincoli Galasso

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

CELLOLE (Matilde Crolla) – “Le ‘bruttezze’ della Campania dovranno divenire le bellezze della regione”. Con queste parole il vicepresidente dell’Ente di palazzo Santa Lucia Fulvio Bonavitacola ha esordito il suo discorso parlando ai sindaci dei Comuni di Cellole, Sessa Aurunca, Mondragone, Castel Volturno, Giugliano, Pozzuoli e Villa Literno. “Sarà costituita quanto prima una legge regionale paesistica che consentirà ai Comuni di tutto il litorale domizio e flegreo di rivisitare la legge Galasso”, ha spiegato Bonavitacola ai presenti. Insomma, l’obiettivo della Regione, ed in particolare del presidente Vincenzo De Luca (che ha mostrato un certo fanatismo nel voler riqualificare il litorale domizio a detta di Bonavitacola ndr) di concerto con i sindaci dei territori interessati sarà quello di rendere più elastica la legge Galasso sui vincoli paesaggistici per consentire che il litorale domizio e flegreo possano mettersi alla pari di quello romagnolo. “Una scommessa importante- ha affermato a tal proposito il sindaco di Cellole, Angelo Barretta- ed io la prendo come tale. Noi abbiamo un sistema di inedificabilità sul litorale che ci impedisce di adeguare le strutture presenti al mare. I nostri operatori balneari devono fare salti mortali ed hanno le mani legate. Grazie al progetto in itinere del presidente De Luca alcuni vincoli paesaggistici andranno in deroga e sarà possibile così rendere il nostro litorale più fruibile”. L’obiettivo di Barretta è quello, infatti, di realizzare “un lungomare di quattro chilometri in legno basso e calpestabile, tracciabile a terra attraverso un percorso tra le dune, installando ogni 500 metri un chiosco per il ristoro”. Dall’incontro in Regione cui ha partecipato il primo cittadino di Cellole è emerso che a breve saranno costituiti due tavoli, uno tecnico cui prenderà parte il responsabile dei Lavori pubblici di ogni Comune interessato, e l’altro politico. Il primo si terrà già a settembre. Nell’occasione saranno presentati i progetti di ogni singolo Comune e successivamente sarà realizzato un progetto di sintesi. “L’elasticità a cui saranno sottoposti i vincoli Galasso, di concerto con la Sovrintendenza di Caserta e Napoli, e dunque la possibilità di armonizzare il territorio, rispettando le diverse esigenze paesaggistiche tra il litorale flegreo e quello domizio, insieme al piano di bonifica nella zona del Pantano, a Bandiera Blu che partirà ad ottobre con i sensi rotatori faranno di Baia Domizia tra qualche anno sicuramente una località balneare molto più appetibile- continua Barretta-. Io sarò felice di consentire a chi verrà dopo di me di ereditare questo importante progetto di adeguamento innovativo che darà la possibilità al territorio di non avere nulla da invidiare a quello romagnolo”.

 

Guarda anche

Pietramelara / Fiuggi – La capolista non si ferma, Aurora Alto Casertano travolta. Espulso mister Campana e di diretto sportivo Santangelo

Tempo di lettura stimato: 2 minuti Pietramelara / Fiuggi – Non è servito il cambio in panchina per fermare la serie …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.