Ultim'ora

Sessa Aurunca – Muncipio, Sasso già al capolinea: pronto il ribaltone con la minoranza

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

SESSA AURUNCA (di Tommasina Casale) – Consiglio comunale per il sei ed otto agosto, la prova d’appello. Il presidente del consiglio comunale facente funzioni, Massimo Schiavone, ha convocato per il giorno sei agosto in prima convocazione e l’otto in seconda convocazione una civica assise dove all’ordine del giorno vi è sempre l’elezione del presidente e del vice presidente del consiglio comunale. Un consiglio che rappresenterà la vera prova della tenuta della maggioranza amministrativa. La continua legittima richiesta di un interpartitico fatta da oltre un mese al sindaco, da parte delle forze politiche che rappresentano sei consiglieri di maggioranza, non è stata mai accolta e sta creando troppi strappi. Sasso si rifiuta categoricamente di riunire le forze politiche rappresentate in maggioranza, ma a creare ulteriori strappi è il tentativo continuo di trovare la scialuppa di salvataggio tra le fila dell’opposizione. Cene con l’ex assessore Lorenzo Di Iorio, incontri con il consigliere Emilio Pecunioso, trattative con Luigi Del Mastro e Carlo Loffredo (quest’ultimo però ha l’alibi di aver sostenuto Sasso al ballottaggio) stanno facendo pensare ad un vero e proprio ribaltone. I consiglieri comunali del circolo Vassallo Domenico Bevellino e Maria Teresa Sasso, gli omologhi del Partito Democratico Massimo Schiavone e Ida Zuccheroso, il consigliere del gruppo civico Riccardo Zannini e il suo collega di passione Democratica Basilio Vernile, chiedono con forza che Sasso fermi tutto e convochi un interpartitico chiarificatore per evitare che le fratture diventino insanabili. Il primo cittadino ha ricevuto un mandato elettorale e deve governare con coloro che lo hanno sostenuto e non sprecare energie con coloro verso i quali gridava a gran voce: “a casa”. “Non si deve sovvertire la volontà popolare” questo chiedono i sei consiglieri di maggioranza o pseudo tale, né tantomeno arroccarsi su posizioni dittatoriali: “in democrazia il popolo è sovrano”.

Guarda anche

Marcianise / Caserta – Movida violenta, 5 giovani condannati: 6 anni “fuori dai locali”

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Marcianise / Caserta – Il Questore della Provincia di Caserta  ha emesso cinque provvedimenti di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.