Ultim'ora

SESSA AURUNCA – Reperti archeologici di Punta a fiume, contesa finita: trasferiti nel teatro romano

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

SESSA AURUNCA (di Nicolina Moretta) –  Ritrovamenti archeologici romani presso la Torre di Pandolfo, località Punta a fiume, presso Baia Domizia, nel comune di Sessa Aurunca. Questo importante ritrovamento ha scatenato la contesa tra la soprintendenza del Sito archeologico di Minturno, che voleva i reperti nel proprio Sito, e il Parco di Roccamonfina- Foce del Garigliano che voleva i ritrovamenti archeologici nel Sito del Teatro romano di Sessa Aurunca. Grazie all’impegno instancabile delle autorità del Parco di Roccamonfina – Foce del Garigliano, con sede a Sessa Aurunca, i ritrovamenti di epoca romana, sono stati definitivamente trasferiti presso il Teatro romano di Sessa Aurunca, per renderli fruibili alla collettività; dopo una contesa durata mesi con la Sopraintendenza del sito archeologico di Minturno, che li avrebbe voluti collocare presso il proprio sito archeologico. La ricerca dei reperti rientra nell’ambito di un progetto finanziato dal Parco di Roccamonfina-Foce del Garigliano. Progetto finanziato, a sua volta, dalla regione Campania e dalla Comunità Europea. Sono stati scoperti circa una cinquantina di reperti, tra questi, alcune importanti epigrafi. Tutti i ritrovamenti sono di epoca romana, di notevole interesse storico e di pregevole bellezza.
sessa-reperto-1 sessa-reperto-2

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

TRAGEDIA DI FERRAGOSTO – Giovane donna travolta e uccisa da un pirata della strada. Indaga la Polizia

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Castel Volturno –  Travolta ed uccisa sul colpo da un pirata della strada, è accaduto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5 + 11 =

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.