Ultim'ora

SESTO CAMPANO / TEANO / CALVI RISORTA – Minacce, partito il processo Romano: vittime si costituiscono parte civile

SESTO CAMPANO / TEANO / CALVI RISORTA – Partito il processo Romano, le vittime si sono costituite parte civile. Pochi giorni fa la prima udienza del processo; un appuntamento tecnico, durato pochi minuti. Si tornerà in aula il prossimo sedici febbraio 2016 quando inizieranno a sfilare i testimoni dell’accusa. Minacciano un testimone, carabiniere e sua moglie davanti al giudice. Alfredo Romano – 46 anni, originario di Teano – e la moglie, Anna Elia – di 44 anni, di Calvi Risorta.  I due coniugi sono imputati del delitto p.e.p. dagli artt. 56, 110, 610 CP perchè, in concorso tra loro, dicendo a Michela Cicerone – durante una conversazione telefonica – che avrebbero spezzato le gambe a lei ed a tutta la famiglia e che avrebbero fatto passare loro un brutto guaio, compivano atti diretti in modo non equivoco a indurre la suddetta Cicerone a fare pressioni sul di lei marito Pasquale Fascia al fine di modificare le spontanee dichiarazioni rilasciate ai Carabinieri di Sesto Campano la mattina del 20 aprile 2013.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Informazioni su La redazione

Guarda anche

Caserta – Calcio, crolla la Casertana a Sorrento. E’ la resa dei falchetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.
Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.