Ultim'ora

PIETRAMELARA – L’ultima telefonata di Cristian: “mamma voglio farla finita, mi uccido”

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

PIETRAMELARA – “Mamma voglio farla finita con questa vita, mi uccido”. Poche, terribili, parole dette poche ore prima dell’estremo gesto da Cristian Nicolae alla mamma. I due erano al telefono, lui a Pietramelara, lei nel Nord Italia. La donna, sconvolta, avrebbe immediatamente chiamato gli altri figli che, come Cristian, vivono a Pietramelara. Purtroppo non è riuscita a contattarli. Solo al mattino successivo, quando uno dei figli ha chiamato la donna per comunicare la tragedia, allora, è stata scoperta la richiesta di aiuto che Cristian aveva lanciato.
Il 30enne, da anni residente a Pietramelara, faceva parte della nutrita comunità di immigrati romeni;  viveva lavorando come boscaiolo con una impresa del posto. Lavoro duro con pochi guadagni.  Anche in altre occasioni aveva manifestato l’idea di togliersi la vita, evidenziando disagio e malessere.
Secondo le prime indagini – condotte dai carabinieri della locale stazione, guidati dal maresciallo Pasquale Mariano – la morte di Cristian sarebbe avvenuta la notte fra sabato e domenica scorsa (probabilmente intorno alla mezzanotte). Il ritrovamento sarebbe stato fatto dal fratelli ieri mattina, intorno alle ore nove. La salma è stata già liberata e messa a disposizione dei familiari per la sepoltura.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

TRAGEDIA SULLA VIA DEL MARE – Scontro sulla statale, giovane muore sul colpo

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Una Stelvio è uscita fuori strada poco prima di mezzanotte, sulla statale Bifernina, nel territorio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

16 − quattordici =

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.