Ultim'ora

PIETRAMELARA – Dramma in paese, 30enne si uccide nella sua casa

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

PIETRAMELARA – Dramma in paese, un giovane, di 30 anni appena, è stato ritrovato, questa mattina impiccato nella sua casa di via Matese. Cristian, di origine rumena, era da molti anni residente a Pietramelara, insieme a due fratelli, più grandi di lui. Il 30enne lavorava quasi tutto l’anno come boscaiolo in una ditta del posto.  Ieri, secondo il racconto di coloro che lo hanno incontrato, per l’uomo era stata una giornata normale. Prima il lavoro poi qualche ora trascorsa davanti al solito bar del paese. Secondo alcuni però proprio il lavoro precario e gli scarsi guadagni stavano spingendo Cristian sempre più  verso la depressione. Nulla però, faceva trasparire un malessere così profondo da spingerlo all’estremo gesto. Questa mattina, purtroppo, i fratelli – insospettiti dal ritardo – hanno scoperto la tragedia. Sul posto i carabinieri della locale stazione e i soccorsi del 118. La salma è stata trasferita all’istituto di medicina legale a Caserta. E’ l’ennesimo caso del genere che accade a Pietramelara in poco tempo.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

Sessa Aurunca – Gioco del lotto, a San Castrese vinti 40mila euro

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Sessa Aurunca  (di Carmine di Resta) – Vinti 40 mila euro con il gioco del …

7 commenti

  1. Povero ragazzo,ho molta compassione per queste giovani vite spezzate!

  2. Amedeo Guillet

    Preg.ma signora Anna Rossi è più esatto dire che non se ne infischia nessuno e magari nel loro subconscio non sono pochi a pensare cinicamente “meglio a lui piuttosto che a me”; ed è questo che dovrebbe capire chi compie tali gesti in modo da porsi come freno inibitorio, ma purtroppo in quell’attimo chi compie tali gesti avverte solo e unicamente il proprio disagio.

  3. Ma che c’entra,io penso al dolore e alla disperazione di questo povero ragazzo e della sua famiglia,poi se veramente esiste chi dentro di sè si compiace di simili tragedie,peggio per lui,se la vede con la sua coscienza!

  4. Amedeo Guillet

    Signora Anna non diciamo affatto cose diverse ma per quanto riguarda la coscienza non tutti gli individui ne sono dotati. Un’antica massima sostiene: il Signore seminò la coscienza ma essa non germogliò, almeno non in tutte le persone. Quel che volevo dire è che se si prende atto che non importa niente a nessuno di una difficoltà che si vive, ci si crea così un freno inibitorio che impedisce tali gesti che causano sofferenza non solo a se stessi ma, soprattutto, a coloro che restano, i familiari, ed è questo che dovrebbe comprendere chi giunge a tali gesti, ma dare giudizio a volte è fin troppo semplice. Ossequi Amedeo Guillet

  5. Amedeo Guillet

    Ho dimenticato di dirvi, signora Anna Rossi, tempo addietro quando sfortunatamente venne derubato, e picchiato selvaggiamente sino al punto di causargli la morte, Ninuccio Saviano, una “PIA DONNA” di quelle che frequentano assiduamente la chiesa commentò: “Signore mio Dio ti ringrazio che tutto quanto accaduto al povero Ninuccio non è accaduto a me”; Voi ne comprendete bene il significato giusto? Una “PIA DONNA” che mostra tanta empatia, solidarietà e umana cristianità! Ottimo esempio non c’è che dire. E non sono in pochi a pensare queste cose, solo che in pochissimi, come la “PIA DONNA” in questione cui evito di pronunciare il nome per ovvie ragioni, ha avuto persino il coraggio, se così si può dire, di manifestarlo. Nei soggetti umani l’istinto egoista tende sempre a prevaricare, in tutto quanto dichiarato dalla “PIA DONNA” esattamente mi viene da chiedermi dov’è la coscienza?

  6. Io penso che molti di noi evitano di ascoltare la propria coscienza perchè non gli conviene…Per quanto riguarda l’infelice frase pronunciata da questa “signora”,veramente non ci sono parole di fronte a tanta bassezza e stupidità e comunque frequentare la chiesa non mette al riparo dall’essere imbecilli…Anche io,come del resto tanti,conosco gente “pia e piena di fede”che poi si comporta in un modo schifoso…Anche tante ragazzette che sono convinte di essere buone cristiane e poi però cercano solo di prevaricare sugli altri!

  7. Amedeo Guillet

    Signora Anna Rossi vedo con piacere che riusciamo a comprenderci. Cordialmente Amedeo Guillet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.