Ultim'ora
Pasqualino Emerito, sindaco di Canello ed Arnone

CANCELLO E ARNONE – Amministrazione, troppi disservizi: duro giudizio dei cittadini

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

CANCELLO E ARNONE – Sono quasi dieci anni che Cancello ed Arnone ha la fortuna di avere l’attuale Sindaco. Il Sindaco della “SVOLTA”. Ebbene a sentire molti cittadini di una certa età il nostro paese non ha mai vissuto un periodo così nero. Non si nota una cosa positiva messa in atto da questa amministrazione si è fatto solo speculazione politica su chi l’ha preceduto, colpevole di aver riempito di debiti il comune per poi, a distanza di anni, smentire tutto in Consiglio Comunale chissà per quale gioco politico. Ammettendo tra l’altro che chi lo ha preceduto ha realizzato strutture di notevole importanza per il paese. Fatto stà che siamo sull’orlo del dissesto e questo grazie alla cattiva gestione finanziaria degli ultimi cinque anni come sentenziato dalla Corte dei Conti. Per quanto riguarda la carenza idrica è ridicolo affermato che anche nel passato si è avuto questo problema. È certo però che in questi dieci anni nulla si è stato fatto per migliorare il servizio. Anzi tutto è peggiorato per qualità e quantità di erogazione. Sarebbe opportuno per serietà e trasparenza recapitare la fornuitura di acqua con cisterne senza favoritismi. Attualmente la società SCPA acquedotti gestisce il servizio idrico interno. Avevano assicurato che dal 1° aprile sarebbe migliorato il servizio, infatti ancora molte zone restano senza acqua per diversi giorno. Un servizio che rispetta a prima costerà certamente molto di ai cittadini. Fino a pochi mesi fa tale servizio veniva espletato dal comune con i propri dipendenti. Certamente la nuova società dovrà avere defli utili ed il costo del servizio aumenterà notevolmente. Fermo restando che dovrebbero migliorare la qualità e l’acqua dovrebbe giunger direttamente nelle abitazioni. Altrimenti non si vede per quale motivo si affida un servizio cosi importante ad un privato. Altra cosa strana e che molti cittadini non hanno stipulato nessun contratto con la nuova società. Per cui non si è nemmeno a conoscenza delle condizioni con le quali viene erogato il servizio. Al momento del subentro con sostituzione dei contatori non sono state rilevate le letture del consuno sui vecchi misuratori. Il cittadino deve pagare la qualità del servizio che gli viene erogato come succede per luce gas ed altri servizi. Per tanto la SCPA acquedotti è avvisata. (di Ettore Fieramosca)

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

LA FOLLIA – Lite sugli scogli, due adolescenti accoltellati: sono gravi

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Restano ricoverati in gravi condizioni i due minorenni accoltellati ieri pomeriggio a Napoli, sugli scogli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.