Ultim'ora

PIETRAMELARA – Fondi per il terremoto, il Ministro scrive al comune: 20 giorni per regolarizzare tutto oppure ritiriamo i contributi

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Pietramelara-Municipio34

PIETRAMELARA – I fondi per il terremoto se non saranno erogati entro pochi giorni, potrebbero andare persi. I cittadini aventi diritto, potrebbero perdere le somme a loro destinate. Lo scrive in modo chiarissimo il Ministero che invita diversi comuni d’Italia – fra cui anche Pietramelara – a regolarizzare la loro posizione attraverso l’erogazione dei contributi agli aventi diritto. Trascorsi 20 giorni dalla notifica del documento (avvenuta lo scorso 21 novembre), il Ministero ritirerà i fondi.
L’allarme lanciato alcuni giorni da Andrea De Ponte, quindi, sembra trovare piena conferma nel documento dl Ministero giunto in municipio pochi giorni fa.

I comuni interessati:

elenco-comuni-terremoto

 ” Si resta pertanto in attesa di un cortese sollecito cenno di riscontro da parte degli enti in indirizzo, da inviare entro i 20 giorni successivi alla ricezione della presente comunicazione. La mancata risposta sarà considerata come riconoscimento dell’insussistenza di esigenze finanziarie collegate all’utilizzo delle somme disponibili sulla propria contabilità speciale.  Qualora gli stessi comuni riconoscano di aver esaurito gli interventi di ricostruzione e di non avere residue partite debitorie da soddisfare, possono in questa medesima sede chiedere la chiusura delle rispettive contabilità speciali. Le risorse residue verrebbero di conseguenza riversate all’entrata del bilancio statale”.

 

fondi-terremoto

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Napoli – Apertura della stazione “Duomo” della Linea 1 

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Napoli (di Leopoldo Cerullo) – Dopo ben 20 anni di lavori, finalmente ad agosto avverrà …

3 commenti

  1. Per i cittadini di Pietramelara adesso oltre al danno la beffa!!!!!!!

  2. Silvia rimembri ancora

    Fermo restando che i fondi se non vengono erogatigli bilancio si perderanno, leggendo i documenti allegati all’articolo mi convinco sempre di più, come tanti, che De Ponte non ci azzecca proprio. La lettera – caro Andrea – dice una cosa diversa e si riferisce a un’altra legge ( la 219) che riguarda un altro terremoto (del 1980) rispetto a quei benedetti 600 mila euro e passa spariti per il fantomatico “patto di stabilità”. Per fortuna tua (e sfortuna nostra) dall’altra parte stanno combinati allo stesso modo… qua uno non ci vede e l’altro non ci sente

  3. Redazione per Silvia rimembri ancora: Non è importante quale legge è in ballo, l’importante è che il comune ha ricevuto un richiamo ufficiale dal Ministero per fondi non ancora erogati. QUest aci pare una certezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.