Ultim'ora

SESSA AURUNCA – Tagli alle famiglie disagiate, il PSI: scelta illogica e devastante

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

ciro_marcigliano

SESSA AURUNCA –   I Consiglieri Comunali del Psi, Ciro Marcigliano, Carmela Messa e Vincenzo Codella, all’indomani dell’approvazione del Bilancio di previsione 2014, hanno inteso intervenire rispetto alla illogicità dei tagli approvati che avranno pesanti ricadute sull’intera cittadinanza, specie per le famiglie che versano in condizioni disagiate e la spaventosa pressione fiscale.  

« Tagli, soppressioni e aumento della pressione fiscale: servizi essenziali diventati “invisibili”»

E’ il caso di dire che questa maggioranza sgangherata di centrodestra sul Bilancio 2014 da i numeri…

Oramai è chiaro che il risanamento dell’Ente deve passare dalle tasche dei cittadini prevedendo operazioni di macelleria sociale, deliberando tagli illogici ai servizi essenziali, soppressioni, con un aumento indiscriminato della pressione fiscale.

E io pago…sempre di più – affermano in maniera sarcastica i consiglieri comunali socialisti –  

Irpef, l’introduzione della Tasi  e della Tari, nessun atto adottato a favore delle numerose famiglie sessane che versano in condizione drammatiche.

Far ricadere il costo del trasporto scolastico alle famiglie è una scelta davvero aberrante, specie se pensiamo ai cittadini delle nostre frazioni che saranno penalizzati più di tutti da questa scellerata manovra.   

Se, poi, pensiamo ai proventi della famigerata tassa di soggiorno, circa 70.000 euro, alla fine ci troviamo con risorse destinate alle pseudo iniziative estive fatte dai soliti amici, mentre inesistenti sono stati gli interventi tesi a dare un po’ di respiro al settore produttivo locale.  

In questi ultimi anni si parla di Bilancio sociale e partecipato, come mai non sono state mai coinvolte le Associazioni e i Gruppi di interesse locale per la definizione e la condivisione di obiettivi minimi da raggiungere in maniera unitaria ?

Domanda che non avrà alcuna risposta, considerato che chi governa oggi la nostra città riceve ordini da autorevoli esponenti politici che non conoscono nemmeno le mura di Sessa Aurunca.

Dispiace, poi, registrare la solita ipocrisia allorquando all’appello del nostro Vescovo, tutti eravamo intenzionati a dare, unanimemente, segnali concreti e tangibili ad una crisi economica e finanziaria sempre più massacrante che sta riducendo alla povertà i nostri cittadini. Non ci sono più parole da aggiungere: state affossando la città rendendo invisibili i servizi essenziali da garantire alla Comunità cittadina.  (comunicato stampa)

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Capua – Maltrattamenti in famiglia, 2 arresti in 3 giorni: il brutto record di Tarallo

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Capua –  Nuove accuse a carico di Nicola Tarallo, per fatti avvenuti alcuni mesi fa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.