Ultim'ora

CALVI RISORTA – Lavori pubblici, scontro Zacchia – Caparco

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

CALVI RISORTA –  Appalti e lavori pubblici, duro scontro fra Giacono Zacchia e il sindaco Antonio Caparco.
Le accuse di Zacchia
Video sorveglianza, unico finanziamento ricevuto dalla loro amministrazione, sono passati quasi tre anni ed è ancora tutto fermo.
Castello Aragonese, questo progetto era stato voluto fortemente dall’amministrazione Zacchia, tutto è fermo da quasi un anno. Dopo una sommaria pulizia dei luoghi, è stata montata un’enorme impalcatura ammirata dagli automobilisti che   transitano sulla S.S. Casilina, vero monumento al menefreghismo di Caparco & soci ; Palestra plesso Don Milani, i lavori erano incominciati nel maggio 2009, grazie a finanziamenti a costo zero per i cittadini caleni reperiti dalla Giunta Zacchia, come ampiamente documentato da noi, sono tuttora fermi. Primo lotto Parco caleno, dovevano solo completarlo, sono passati quasi tre anni ed ancora è li, opera incompiuta, è un classico di Caparco. Hanno annunciato che lo avrebbero inaugurato nei primi giorni di ottobre, è finito l’anno e ancora ciò non è avvenuto. In compenso hanno stravolto il progetto originario, presentando un’idea progettuale per spostarci il mercato settimanale, anche questo tutto documentato. Gradinate campo di calcio, era pronto il progetto ed il finanziamento, sempre a costo zero per i cittadini, lasciato anche questo in eredità dall’Amministrazione Zacchia, sono passati quasi tre anni e delle gradinate non c’è più traccia. Sembra che abbiano perso anche il finanziamento.

La replica di Caparco
Dalle affermazioni di Zacchia si comprende chiaramente come lui viva altrove, esattamente  a Sessa Aurunca. Sono poco attenti anche coloro che fungono da “osservatori” per suo conto. Infatti, non hanno notato che la video sorveglianza è stata quasi ultimata, mancano solo le telecamere.
Per il Castello Aragonese il controllo non spetta a noi ma alla Soprintendenza alla quale va tutta la nostra gratitudine e apprezzamento per l’opera che sta svolgendo pretendendo  che il nuovo tufo rispetti esattamente quello esistente.
Per la Palestra Don Milani basta ricordare che Zacchia aveva previsto l’abbattimento del solaio con enormi costi per la collettività. A noi è bastato poco per capire che quel solaio era perfettamente a norma e sicuro. Infatti le prove di carico da noi effettuate hanno confermato la solidità della struttura. La somma risparmiata sarà investita sempre nella palestra per ulteriori interventi e migliorie.
Per quanto riguarda il parco caleno esso è pronto anche se l’impresa non lo ha acnora consegnato al comune.  Zacchia non aveva previsto le modaliftà di affidamento che noi abbiamo approvato in consiglio.
Per le gradinate dello stadio non si può perdere nessun finanziamento essendo il progetto autofinanziato dal municipio stesso.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Castel Volturno – Municipio, il Sindaco Petrella si dimette: “Non ci sono le condizioni”

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Castel Volturno – Il sindaco di Castel Volturno, Luigi Petrella, ha annunciato di lasciare la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.