Ultim'ora

ALVIGNANO – Comunali, il PD con poche idee

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

ALVIGNANO – Continua la nostra analisi politica in vista delle elezioni comunali in programma la prossima primavera. Dopo aver riportato possibili nomi, pronti a scendere in campo, analizziamo la situazione di alcuni partiti politici locali e le varie problematiche ad essi connessi. Apprendiamo che c’è una trattativa in corso tra l’Italia dei Valori, Sinistra Ecologia Libertà e Partito Democratico per realizzare un programma condiviso per le prossime elezioni comunali. Fin qua niente di strano. L’unica nota stonata riguarda proprio il PD alvignanese. La domanda che si pongono molti cittadini è la seguente: è mai esistito veramente il PD ad Alvignano? La risposta è senza dubbio da ricercare nelle precedenti campagne elettorali. Prendiamo in analisi le ultime elezioni provinciali e regionali, senza trascurare anche le ultime elezioni politiche nazionali. Dai dati, emerge un quadro “sconfortante” dal punto di vista delle preferenze. Il PD  risulta (sempre) essere  surclassato dal PDL di Angelo Di Costanzo, un partito quest’ultimo, letteralmente imbattibile. Il PD che doveva ( e deve) essere l’antagonista numero uno del PDL non è mai riuscito ad emergere. Alla base di queste sconfitte si riscontra una certa carenza organizzativa. Ad Alvignano il partito democratico non è mai riuscito ad individuare una vera e propria guida carismatica, in grado di contrapporsi all’egemonia incontrastata di Di Costanzo e del PDL in genere. Una pecca vera e proprio che fanno del PD un partito debole. Le colpe sono da ricercarsi sia nel contesto territoriale, astio a ricevere alcuni cambiamenti, sia nella segreteria organizzativa provinciale. Non è possibile che quest’ultima non sia in grado di “far nascere” ad Alvignano un PD forte e affidabile in vista delle prossime elezioni comunali. Il sentore è quello di un “fuggi fuggi” dal partito verso altre mete più organizzate: l’IDV di Cesare Ianniello e Sinistra e Libertà ringraziano, visto che negli ultimi mesi, stando ai “sondaggi popolari”, hanno registrato tanti consensi , dovuti ad un maggior attivismo sul territorio.” Attendiamo, nei prossimi giorni, una reazione del PD e soprattutto vogliamo nomi e programmi. Non è possibile che ad Alvignano il PD sia uno degli ultimi partiti. Il nostro è un comune di 5000 anime e desideriamo che il partito sia rappresentativo.” – ha dichiarato un cittadino.

NINO NOTARGIOVANNI

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Castel Volturno – Municipio, il Sindaco Petrella si dimette: “Non ci sono le condizioni”

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Castel Volturno – Il sindaco di Castel Volturno, Luigi Petrella, ha annunciato di lasciare la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.