Ultim'ora

SPARANISE – Maresciallo stroncato da infarto, Cucinelli ritrovato morto nel parcheggio dell’ospedale Celio di Roma

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

SPARANISE – Un’altra brutta notizia ha scosso la cittadina calena che si apprestava a vivere le vacanze natalizie con la tradizionale serenità. Ancora un altro giovane lutto, l’ennesimo dall’inizio di questo nefasto 2011, ha colpito al cuore Sparanise. Un infarto si è portato via Pasquale Cucinelli classe 1971, infermiere maresciallo di prima classe della Marina Militare italiana, da anni residente a Fontenuova in provincia di Roma, ma sempre legatissimo alla sua cittadina di origine.

Il malore
Secondo quanto è stato ricostruito da chi gli stava vicino, verso l’una di mercoledì notte Cucinelli ha avvertito un forte malore allo stomaco e, prestando servizio all’ospedale militare del Celio di Roma, ha optato per farsi visitare dai colleghi proprio nel nosocomio dove lavorava. Cucinelli non ha esitato un solo istante e, al volante dell’autovettura della sua fidanzata Paola, ha percorso i 27 chilometri che separano la sua abitazione dall’ospedale militare. Ma proprio quando pensava di avercela fatta Cucinelli ha accusato un forte malore, probabilmente un infarto, e si è accasciato sul volante dell’autovettura. A distanza di qualche ora, la convivente Paola non ricevendo risposta alle telefonate e non vedendolo rientrare ha dato l’allarme tra i conoscenti ed i colleghi di lavoro che si sono subito messi in cerca dello sfortunato sparanisano.

Ritrovato nel parcheggio
Solo alle 7 di mattina, percorrendo il tratto di strada che da casa porta all’ospedale del Celio la giovane ha notato la sua auto, con il finestrino abbassato ferma nel parcheggio. E’ bastato un attimo per capire che quel malore si era trasformato in tragedia. Sul posto si sono immediatamente precipitati i colleghi e lo staff medico che hanno cercato invano di rianimarlo, ma, purtroppo, per Pasquale Cucinelli non c’era più niente da fare perché il suo cuore era fermo da troppo tempo. Dopo poco è giunto sul posto anche il magistrato di turno che ha disposto l’immediato trasferimento della salma all’istituto di medicina legale del Verano dove, nella giornata di ieri, (venerdì per chi legge) è stata disposta l’autopsia.

L’esame medico legale
Lunedì mattina, dopo aver ricevuto il responso dell’esame autoptico, la salma del maresciallo sarà trasportata all’ospedale militare del Celio dove, per volere del colonnello Lutta sarà allestita una camera ardente. Nel pomeriggio è previsto il rientro della salma a Sparanise dove martedì mattina nella chiesa dell’Annunziata sarà celebrato il rito funebre con tanto di picchetto d’onore. Pasquale Cucinelli lascia la compagna Paola, con la quale aveva in programma di sposarsi l’anno prossimo, il papà Giovanni, la mamma Assunta, la sorella Nunzia, il cognato Fulvio e gli amati nipotini Melissa e Davide con i quali aveva un rapporto speciale.

In paese lo ricordano in tanti
In città sono in tanti ad avere un bel ricordo di Pasquale, che da ragazzo militava nella locale squadra di calcio e si era sempre distinto per il suo spirito allegro e cordiale, prima di tentare il concorso come infermiere di marina che superò brillantemente. Una volta finito il corso a Taranto per lui si spalancarono le porte del mare. Grazie alle sue qualità trovò spazio all’accademia di Livorno per prestare poi tre anni di servizio sull’Amerigo Vespucci, la nave scuola ammiraglia della marina militare italiana. Con la Vespucci Cucinelli ha fatto per ben due volte il giro del mondo prima di operare in diversi scenari di guerra. Le sue indubbie capacità professionali lo hanno portato due volte in missione, prima in Afghanistan e poi in  Libano. Aveva in programma di trascorrere le vacanze di Natale a Sparanise ma il suo cuore ha smesso di battere troppo presto, buttando nello sconforto i familiari e tutte le persone che gli volevano bene che martedì si stringeranno nella preghiera per dargli l’ultimo saluto.

ilario capanna

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Santa Maria Capua Vetere – Il Rugby Clan riprende a giocare. Il presidente della FIR Regionale in visita sul campo

Tempo di lettura stimato: 2 minuti Santa Maria Capua Vetere – Rugby Clan, continuano le attività del Rugby Clan di Santa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.