Ultim'ora

ESCLUSIVA / TEANO – Asl Ce1 e assunzioni: indagati Colaccio, Bottino, Negro, Ponticelli e altri dirigenti. Oggi il giudice decide sul rinvio a giudizio

TEANO / CASERTA – ASL CE1, UDIENZA GIP PER LE INDAGINI DELLA GUARDIA DI FINANZA SUL DISTRETTO SANITARIO DI TEANO. Le indagini riguardano fatti accaduti prima dell’unificazione delle aziende sanitarie per una serie di irregolarità effettuate nel 2006, era direttore del distretto Diego Colaccio coinvolto nell’indagine insieme ad altri funzionari dell’ex azienda sanitaria caserta uno fra cui anche l’allora manager Franco Bottino e Vincenzo Negro. La denunciate è una professionista di Vairano Patenora.
Davanti al secondo Ufficio GIP del tribunale di Santa Maria si discute, questa mattina, del ricorso presentato dalla parte offesa, avverso il decreto di archiviazione del sostituto Procuratore della Repubblica dott. Damiano per le indagini svolte dalla guardia di Finanza, su di una serie di irregolarità denunciate nella gestione di una selezione interna alla Asl Ce1 e che avrebbero visti protagonisti la dirigenza dell’azienda sanitaria e del distretto sanitario 28. I fatti oggetto di indagine da parte della guardia di finanza, che a detta dello stesso p.m. si manifesterebbero in ogni caso come illegittimi, riguardano la selezione interna che avrebbe visto coinvolto un dipendente che all’epoca della selezione non aveva I titolo, che avrebbe poi acquisito solo successivamente e sarebbero stati denunciati da un funzionario della stessa asl ce 1 all’indomani di ricorsi interni che avevano portato alla revoca delle determine della direzione generale. Indagata risulterebbe una funzionaria Alba Ponticelli che avrebbe beneficiato, secondo l’accusa, dell’illegittimo inserimento in graduatoria senza averne i requisiti. Attualmente la funzionaria continua a svolgere un ruolo di primo piano nel distretto sanitario di Teano.  L’Ufficio Gip oggi è chiamato a stabilire se sussistono o meno i presupposti per archiviare il procedimento ovvero come denunciato dalla parte offesa ricorrano gli estremi per emettere decreto di rinvio a giudizio o rimettere nuovamente gli atti alla Procura per il prosieguo delle indagini.

 

 

 

 

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Informazioni su La redazione

Guarda anche

Dragoni – Biodigestore, ordine di abbattimento per gli immobili di Pendolino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.
Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.