Ultim'ora

PIETRAVAIRANO – Cave, la strategia del gruppo Moccia

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

PIETRAVAIRANO –  Attendere “disgrazie politiche” dell’attuale sindaco, oppure la sua scadenza naturale del mandato, per tentare di ribaltare la situazione attraverso una nuova amministrazione “amica” con la quale  poter raggiungere un accordo per cavare monte Monaco e delocalizzare il cementificio”. E’ questa l’ipotesi  –  più gettonata – che circola in paese, dopo la decisione assunta dal gruppo Moccia davanti ai giudici del Tar.
La rinuncia a discutere la sospensiva, secondo molti pietravairanesi fa parte di una strategia ben precisa con la quale Moccia intende aggirare “l’ostacolo” Zarone. Nessun in paese, pensa che la rinuncia significhi resa. Ne sono certi anche il presidente del comitato civico, Maria Acquaro e lo stesso Frnacesco Zarone, sindaco della città.  Pochi giorni fa, intanto, Moccia,   contro l’amministrazione ha raddoppiato addirittura la richiesta di risarcimento danno.  Una richiesta milionaria contro il municipio guidato dal sindaco Francesco Zarone, probabilmente,  per “la resistenza” che stanno attuando per salvare il territorio dallo scempio e da una industria insalubre.
Probabilmente i legali delal società hanno intuito una probabile sconfitta innazi ai giudici del Tar che, dopo quelal ricevuta presso il consiglio di Stato, poteva mettere una pietra tombale sul progetto di trasferimento delle cave da Caserta a Pietravairano. Nelle prossime settimane potrebbe essere tutto più chiaro.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Castel Volturno – Municipio, il Sindaco Petrella si dimette: “Non ci sono le condizioni”

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Castel Volturno – Il sindaco di Castel Volturno, Luigi Petrella, ha annunciato di lasciare la …

3 commenti

  1. caro giancarlo, siamo perfettamente d’accordo su questa ipotesi e perciò entrambi temiamo ke si possa realizzare questa subdola manovra!!! ma siccome io credo nella “strategia della prevenzione” sono convinta che bisogna già da ora fare in modo che ciò nn accada!! dobbiamo studiare una strategia operativa…per prevenire i “signori” cavaioli !!! tu che sei un maestro in tal senso…pensaci …intanto ci penso anch’io….mettiamo francesco in guardia…e poi ci raccordiamo…x agire!!!

  2. Salve mi chiamo Francesco e scrivo dalla prov. di napoli.. e da un po di tempo che sto seguendo questo vostro ”PROBLEMA”Come la chiamate voi ..all’inizio non capivo se era un CEMENTIFICIO una CENTRALE NUCLEARE Magari era meno problematico, vorrei lasciare a proposito un commento che sia chiaro non una critica,ma una osservazione.Non credo che lo stato dia dei permessi ad un ‘CAVAIOLO’ come esso viene chiamato, ad aprire un cementificio senza le dovute precauzioni stando noi in uno stato europeo e con leggi rigide al riguardo con filtri antipolvere,macchinari tecnologici..ecc. lo STATO Tutela le persone non le uccide..come mi hanno insegnato a scuola,poi penso che per le persone di PIETRAVAIRANO ci sarebbero diverse opportunita’ di lavoro, di attivita’ commerciali ,agevolazione sul materiale edile per costruire almeno credo…cosa che oggi giorno ci vorrebbe proprio con la CRISI che stiamo affrontando,che poi credo ke in questi comitati civici contro le cave ecc. siano le stesse persone che per far avere un posto di lavoro ad un figlio,un nipote si rivolgono ai stessi politici contro a queste industrie..ke si vogliono costruire…un po contradittorio non vi pare? scusate il mio pensiero e solo ke si lamentano tanto di napoli,per la disoccupazione..poi se non avete problemi di questo tipo credoo ke faro cittadinanza da voi e se avro un po di fortuna mi candidero Sindaco

  3. salve mi kiamo francesco e scrivo da napole e da un po di tempo ke seguo il vostro ‘Problema’come lo kiamate voi. All inizio non capivo se era un CEMENTIFICIO o una CENTRALE Nucleare…magari era meno difficoltoso.Io credo ke lo STATO non sia cosi INGENUO a dare permessi e licenze…stanto noi in una comunita europea poi…con regole rigide al riguardo …lo stato tutela il POPOLO SOVRANO. .Magari per PIETRAVAIRANO sarebbe stata una possibilita in piu per nell ambito dell occupazione, attivita commerciali,poi credo agevolazioni sul materiale edile…almeno credo..con questa crisi ke sta investeno tutti..ci vorebbe proprio.Poi penso ke in questi comitati civici ci siano le stesse persone ke per far avere un posto di lavoro ad un figlio;o nipote fanno scipoero:cortei e per poi non far aprire industrie nelle zoe…credo ke ci vorebbe un po di coerenza…Premetto ke la mia non e una critica ma una osservazione…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.