Ultim'ora

PIGNATARO MAGGIORE – Servizi Asl negati, la rabbia di Cuccaro

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PIGNATARO MAGGIORE – Chisura dei servizi Asl erogati presso la struttura di Pignataro Maggiore. Il primo cittadino Raimondo Cuccaro protesta e scrive al dirigente Menduni per evidenziare i grqavi disagi che peserano  sull’utenza. Sostengono la protesta di Cuccaro  tutti i sindaci – ben sette – dei comuni interessati alla vicenda. Tutti i primi cittadini – Sparanise, Pignataro Maggiore, Camigliano, Pastorano, Rocchetta e Croce, Pastorano e Calvi Risorta – dicono no al trasferimento a Teano del presidio sanitario della Commissione Invalidi Civili. “I sottoscritti Sindaci in data 02/12/2011 vengono a conoscenza della deliberazione n. 1188 del 5/7/2011 del Commissario Straordinario,con la quale il presidio sanitario della Commissione Invalidi Civili, operante da anni presso la struttura di Pignataro Maggiore, viene inopinatamente trasferito a Teano. I sottoscritti annunciano una ferma protesta politica, anche attraverso manifestazioni di civile dissenso, per far sentire la loro contrarietà in merito al paventato trasferimento della struttura della Commissione Invalidi Civili che crea gravi danni e disservizi all’utenza. Vi è assoluta carenza di motivazione nel deliberato, si tratta di una decisione presa autonomamente dalla Direzione generare dell’ A.S.L., senza coinvolgere i comuni interessati e le altre istituzioni, il tutto mascherato da un progetto di riorganizzazione degli ambiti territoriali di riferimento per le commissioni civili, non interessandosi minimamente dei diritti e delle esigenze dei cittadini, soprattutto di anziani e invalidi del territorio che all’improvviso si vedono spostato il presidio sanitario di zona. 1 Sindaci dell’ex distretto 41 chiedono in via preliminare la sospensione dell’efficacia della delibera che si avversa e udienza con la S.V. per spiegare le ragioni del dissenso avendo loro il compito affidato dal legislatore ( art. 3 D.lgs. 267/2000) di curare gli interessi dei cittadini. In mancanza di sollecito riscontro, gli istanti si attiveranno con ogni consentita per ripristinare il servizio che si intende trasferire”.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Castel Volturno – Municipio, il Sindaco Petrella si dimette: “Non ci sono le condizioni”

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Castel Volturno – Il sindaco di Castel Volturno, Luigi Petrella, ha annunciato di lasciare la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.