Ultim'ora
Magliocca, Mazzuoccolo

Pignataro Maggiore –  Magliocca perde consensi, scatta la sfida per la “eredità”

PIGNATARO MAGGIORE (di Libera Penna) – La minoranza a Pignataro è poco di opposizione e ancora meno di lotta. Ma nonostante la sua trasparenza politica, alle europee ha ottenuto comunque un ottimo risultato, con la Lega secondo partito cittadino dietro solo a Forza Italia.  La minoranza che fa riferimento a Mazzuoccolo non ha la stessa potenza di fuoco politico e sociale di Giorgio Magliocca, motivo per cui il risultato della Lega certifica che si inizia ad affievolire la passione politica degli elettori per l’amministrazione in carica e ad attenuarsi la generosità elettorale dei cittadini per Magliocca. Il consenso per la Lega rilancia la leadership di Mazzuoccollo, che potrebbe tentare la quarta volta l’elezioni a sindaco, con una coalizione civica alternativa a quella che amministra dal 2016 il paese. Tra le file della maggioranza, Magliocca con ogni probabilità e in totale continuità con tutte le sue amministrazioni, sceglierà come suo erede l’attuale vicesindaco, Vincenzo Romagnoulo, deludendo le aspettative dell’assessore Lia Adduce che non ha mai nascosto l’ambizione di diventare la prima sindaca nella storia di Pignataro. Tenendo conto delle scarse vocazioni politiche, è più che probabile che alle prossime amministrative si giocherà la stessa partita delle precedenti, con Mazzuoccolo e Romagnoulo a contendersi la fascia di primo cittadino, con le rispettive squadre pressoché invariate.  Nella sostanza le amministrative a Pignataro assomigliano alle repliche estive di Sapore di Mare.

Guarda anche

Malore improvviso, muore 35enne. Era prossimo al matrimonio

MARCIANISE – Lutto nella comunità di Marcianise per la prematura ed improvvisa dipartita di Claudio …