Ultim'ora

Mondragone – Favori alla Camorra, carabiniere assolto: il fatto non sussiste

MONDRAGONE – Tre anni fa venne arrestato con l’accusa di furto in abitazione, rivelazione di segreti d’ufficio e cessione di droga per spaccio di stupefacente. Walter Intilla, fu coinvolto nell’inchiesta anche Gennaro Di Costanzo, ritenuto legato al clan Longobardi-Beneduce, a cui la DDA contestava il ruolo di esponente di vertice dell’organizzazione camorristica nella zona di Bagnoli. Fu incastrato da una intercettazione telefonica che, si è scoperto durante il processo, non conteneva il suo nome.  Non hanno resistito in aula neanche le dichiarazioni dei pentiti, ritenute inattendibili. Ora, si conclude la vicenda giudiziaria tre anni da quel giorno, Intilla è stato ritenuto innocente. Assolto perché il fatto non sussiste. Questa la sentenza che è stata pronunciata ieri dal collegio del tribunale sammaritano, presieduto da Antonio Riccio.

Guarda anche

Malore improvviso, muore 35enne. Era prossimo al matrimonio

MARCIANISE – Lutto nella comunità di Marcianise per la prematura ed improvvisa dipartita di Claudio …