Ultim'ora

Social freezing: una “assicurazione per la maternità”

Crioconservazione degli ovociti. Lo chiamano Social freezing: una sorta di “assicurazione per la maternità”. Cresce il numero di donne che scelgono di congelare i propri ovociti per darsi l’opportunità di diventare mamme quando “sarà il momento giusto”. Partito in sordina, il tema della conservazione degli ovuli è diventato di primo piano. Le motivazioni della scelta? Se in passato si trattava soprattutto di donne con patologie che riducono la riserva ovarica come il rischio di menopausa precoce o malattie oncologiche che compromettono irreversibilmente la fertilità, oggi aumenta la richiesta anche da parte di chi per motivazioni di vario genere – dal lavoro precario alla carriera in ascesa, dalla mancanza di un partner alla difficoltà ad avere figli – non è pronta per una gravidanza. Lo chiamano social freezing ed è una sorta di “assicurazione per la maternità”. D’altra parte, al di là della scelta del tutto individuale, è importante acquisire consapevolezza del fatto che nasciamo con 1-2 milioni di ovociti e a 37 anni il ‘tesoretto’ si è già ridotto a 25 mila. Non si tratta di allarmarsi per il countdown, ma di avere chiara la situazione.
Cosa bisogna fare per crioconservare gli ovociti ?
La prima cosa da fare e parlarne con il proprio ginecologo che procederà ad un’accurata visita ed ecografia per valutare l’anatomia dell’apparato riproduttivo. Si procederà quindi con una stimolazione farmacologica che ha lo scopo di recuperare il più alto numero degli ovociti che saranno poi prelevati e conservati. I risultati migliori si ottengono quando l’età femminile è inferiore a 36 anni. Se una donna congela gli ovociti dopo i 40 anni la possibilità di essere madre con il transfer di un embrione scende al 10-15%. Quando la gravidanza inizia è a tutti gli effetti una gravidanza come tutte le altre.

Guarda anche

TEANO – Appalti e corruzione nella sanità, Bove è libero. Il riesame revoca l’ordinanza cautelare

TEANO – I giudici del riesame di Catanzaro hanno revocato la misura cautelare imposta, circa …