Ultim'ora

CESA – Fratelli uccisi, il killer confessa: lite per viabilità. Domani i funerali. Sarà lutto cittadino (guarda il video)

CESA – Saranno celebrati domani, 20 giugno 2024, i funerali dei due fratelli Marco e Claudio Marrandino, 39 e 28 anni, uccisi nel primo pomeriggio di sabato scorso, a colpi di pistola, da Antonio Mangiacapra. Le salme de E’ stato proclamato il lutto cittadino, per domani 20 giugno, in occasione dei funerali dell’avvocato Marco Marrandino (già presidente del consiglio comunale) e del fratello Claudio Marrandino. Lo scorso sabato sono tragicamente scomparsi in maniera prematura i due giovani. La cerimonia funebre si terrà alle ore 18.30 presso la Parrocchia di San Cesario Martire. (guarda il video)
“Ritenuto di dover interpretare il sentimento dell’intera comunità, profondamente colpita da questa drammatica notizia, e che ha manifestato unanime il desiderio di partecipazione al dolore dei familiari”, si legge nel provvedimento, è stato proclamato il lutto cittadino in segno di cordoglio, vicinanza e riflessione. In tale occasione è stata disposto che le bandiere degli edifici pubblici siano esibite a mezz’asta per tutta la giornata in segno di lutto. Disposta la chiusura degli uffici pubblici, delle strutture comunali, dei parchi, delle scuole, dei cantieri edili del comune, eccezion fatta per l’Ufficio Anagrafe e Polizia Municipale. Prevista la sospensione di tutte le manifestazioni pubbliche, nonché è stata decisa la chiusura delle attività commerciali e dei pubblici esercizi alle 18 in concomitanza con lo svolgimento dei funerali. E’ stato formulato l’invito ai titolari di attività commerciali ed ai pubblici esercenti di evitare di porre in essere comportamenti che contrastino con lo spirito del lutto cittadino, i due fratelli giungeranno nella Parrocchia di San Cesario alle ore 18:30. (guarda il video)
Li ha ammazzati nel corso di un litigio per motivi di viabilità. Il killer ha confessato davanti al pubblico ministero della procura di Napoli Nord che lo interrogava in sede di udienza di convalida del fermo. Una banale lite in strada ha trasformato Antonio Mangiacapre in assassino e strappato due giovanissime vite all’affetto dei familiari. Sabato scorso, i fratelli Marco e Claudio Marrandino, di 40 e 29 anni, vennero freddato a colpi di pistola lungo l’Asse Mediano nel tratto compreso fra i caselli di Orta di Atella e Succivo, per motivi di viabilità. L’uomo avrebbe estratto la pistola (come, tra l’altro, era apparso dalla ricostruzione effettuata in una nota della procura normanna) al culmine di una discussione, forse perché la Bmw bianca dei Marrandino avrebbe tagliato la strada alla Golf dell’omicida. (guarda il video)

Guarda anche

Capua – Ponte sul Volturno, il sindaco annuncia: partono i lavori

Capua – “L’inizio dei lavori è previsto per la settimana prossima”. Sono parole del sindaco …