Ultim'ora

Graus Edizioni, “Una vita sospesa”: la storia di Fortuna

Napoli – La storia raccontata nel libro è un racconto autobiografico che offre uno sguardo intimo sulle sfide di Fortuna, una donna dalla saggezza disarmante nonostante la sua giovane età. Nel cuore di questo libro Fortuna condivide la sua incredibile storia di resilienza, e il superamento degli ostacoli che la vita le ha presentato, specialmente durante il periodo del Covid-19. Attraverso le pagine di questo libro, il lettore viene immerso nelle emozioni e nelle esperienze dell’autrice, trovando ispirazione nella sua determinazione e nella sua capacità di trasformare le avversità in opportunità di crescita personale. Accanto alla storia dell’autrice si snodano le vicende delle persone che le sono state e le sono ancora vicine, offrendo così una delicatissima sfumatura di vari stili di vita, delle problematiche legate a ognuno di loro e dei vari modi di affrontarli. Una storia di coraggio, resilienza e speranza che riesce a restituire un senso di intimità e appartenenza a chi legge. Il pubblico a cui Una vita sospesa si indirizza è ampio ed eterogeneo; infatti, come sottolinea anche l’autrice stessa, è un testo da proporre anche – se non soprattutto – ai giovani, a tutti coloro che mancano di esperienza e consapevolezza, in quanto presta un forte esempio della creazione di una propria identità, una propria strada e di come vivere le diverse situazioni che possono presentarsi nella vita di ciascuno di noi. Il sostegno e l’ospitalità della Casina Pompeiana della Villa comunale di Napoli sono stati pilastri fondamentali nel promuovere la cultura e condividere con il pubblico la storia di Fortuna.

IL LIBRO

La narrazione procede per due fasi: inizialmente vi è una narrazione intrisa di realismo, dove il testo regala a chi legge un’esposizione dei vari personaggi e delle varie vicende; in una seconda fase, invece, si subentra in una narrazione diaristica, elemento che permette di entrare nel profondo dell’autrice e del suo vissuto. Tramite questo espediente narrativo, il lettore viene calato nelle problematiche che il covid-19 ha portato a Fortuna e ai suoi cari, seguendo tutta la sua evoluzione e risoluzione. L’opera è fortemente riflessiva, in quanto l’autrice si sofferma a ragionare sulle tematiche proprie della vita umana – il dolore, la fede, l’amore e così via – offrendo alla lettura anche una proprietà filosofica. La vita di Fortuna e di chi la circonda ci pone in prima linea, portandoci a ragionare sulla nostra stessa esistenza, sul nostro vissuto, rendendoci capaci di comprendere l’autrice quasi come la conoscessimo. Inoltre, le poesie disseminate nel testo aumentano il carattere introspettivo dell’opera, ergendosi come uno specchio sulle nostre emozioni.

IL LIBRO SARÀ PRESENTATO

Martedì 18 giugno alle ore 18:00 presso la Casina Pompeiana, Villa comunale, Riviera di Chiaia, Napoli. Sarà presente l’autrice: Fortuna Cestari. Dialogherà con Alessia Cherillo, docente, e Gianni Caselli, formatore CSV capogruppo Europa Verde Municipalità 1.

L’AUTRICE

Fortuna Cestari è nata a Napoli nel 1978 e vive attualmente a Napoli. È attrice di cinema e teatro. La vocazione di attrice le ha permesso di scoprire la passione per la scrittura che l’ha portata, nel 2019, al primo debutto letterario, Femmena ’e curaggio, con poesie in dialetto, con un bel successo di vendita. Ha perfezionato la sua arte cinematografica conseguendo gli studi presso l’accademia a Napoli e a Roma. Ha avuto la possibilità di diventare anche insegnante cinematografica.

 

 

Guarda anche

DUELLO IN SPIAGGIA: DUE DONNE SI PICCHIANO PER UN LETTINO (il video)

la “battaglia” è durata circa trenta minuti. C’e il video che mostra una violentissima rissa …