Ultim'ora
foto di repertorio

BANCAROTTA ECO4: SLITTA LA SENTENZA, SI TORNA IN AULA A SETTEMBRE

Pignataro Maggiore / Mondragone / Sparanise / Carinola – Gli avvocati difensori dei tanti imputati non hanno ultimato le loro arringhe difensive. Così, oggi, dopo diverse ore di dibattito, il giudice ha rinviato tutto al prossimo mese di settembre quando toccherà all’ultimo difensore spiegare alla corte le proprie ragioni. Poi, nella stessa giornata, potrebbe essere emessa la sentenza. I fatti da cui prende vita il processo sono avvenuti circa 16 anni fa e su di essi c’è stata già una sentenza del Tribunale delle Imprese (quello civile) che annullò il sequestro chiesto della Procura, ritenendo gli indagati non colpevoli di aver prodotto la bancarotta dell’Eco4.
Ora la vicenda però arriva davanti al giudice del Tribunale Penale che dovrà emettere sentenza di primo grado. Oggi il Pubblico Ministero ha avanzato la sua richiesta:
1) Bonaccio Antonio, domiciliato in Pastorano: anni tre di reclusione;
2) Cammuso Pasquale, domiciliato in Curti: anni tre di reclusione;
3) D’Alonzo Francesco, domiciliato in Pignataro Maggiore: anni sei di reclusione;
4) D’Errico Antimo, domiciliato in Bellona: richiesta di assoluzione;
5) Di Bernardo Giuseppe, residente in Capua: richiesta di assoluzione;
6) Di Francesco Salvatore, domiciliato in Nocelleto: anni tre di reclusione;
7) Di Lorenzo Crescenzo, residente in Mondragone: anni quattro e mesi sei di reclusione;
8) Di Lorenzo Mattia, residente in Carinola:anni 4 e mesi sei di reclusione;
9) Gambardella Enzo, residente in Curti: anni 4 e mesi sei di reclusione;
1O) Merola Antonio, domiciliato in Sparanise: anni 4 e mesi sei di reclusione;
11) Orsi Sergio, residente in Casal di Principe: anni sedici di reclusione;
12) Pacifico Michele, residente in Mondragone: anni quattro e mesi sei di reclusione;
13) Palmieri Giuliano, domiciliato in Francolise: richiesta di assoluzione;
14) Picariello Massimo, domiciliato in Cancello ed Amone: anni sei di reclusione;
15) Ragucci Michele, domiciliato in Pompei: anni nove di reclusione;
16) Russo Antonio, residente in Carinola: anni quattro e mesi sei di reclusione;
17) Russo Arturo, residente in S. Maria La Fossa: richiesta di assoluzione;
18) Trapani Giovanni, residente in Caserta: anni quattro e mesi sei di reclusione;
19) Valente Giuseppe, (sotto protezione): anni quattro di reclusione;
20) Zitiello Vincenzo, domiciliato in S. Marco Evangelista: anni tre di reclusione.

 

 

Guarda anche

Vairano Patenora – Incidente all’alba lungo via Napoli: due ambulanze sul posto (il video)

Vairano Patenora – Il sinistro stradale si è verificato questa mattina, all’alba, lungo via Napoli, …