Ultim'ora
foto di repertorio

Alife / Baia e Latina – Auto contro cinghiale, miracolato impiegato regionale. L’importanza della velocità moderata

Alife / Baia e Latina – L’ennesimo sinistro stradale causato da un cinghiale è avvenuto la notte scorsa, quella a cavallo fra domenica e lunedì, lungo la statale Telesina nel tratto che attraversa il territorio del comune di Baia e Latina. Il sinistro è stata causato da un grosso cinghiale che ha attraverso la statale improvvisamente. Impossibile per il conducente dell’auto evitare l’impatto. La velocità moderata ha probabilmente evitato un bilancio più pesante del sinistro. Per fortuna la persona coinvolta nel sinistro stradale – un impiegato regionale residente ad Alife – non ha riportato alcuna conseguenza. Rilevanti, invece, i danni alla vettura. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Pietramelara, competenti per territorio.

Il fenomeno:
Sono sempre di più gli incidenti stradali con il coinvolgimento di animali. E sempre più gravi. Una stima di Coldiretti parla di 10 mila episodi l’anno in tutta Italia, ma a far riflettere sono soprattutto i dati dello speciale Osservatorio Asaps: nel 2019 i sinistri classificabili come “gravi” erano stati 164 con 15 morti e 221 feriti. Sempre secondo Coldiretti, sarebbero milioni i cinghiali che circolano senza freni per campagne e città danneggiando i raccolti e mettendo a rischio la sicurezza sulle strade e delle aree intorno alle abitazioni. Oltre otto italiani su 10 (l’81%) pensano che l’emergenza cinghiali vada affrontata con il ricorso agli abbattimenti, incaricando personale specializzato per ridurne il numero. Il 69% ritiene che siano troppo numerosi mentre c’è addirittura un 58% che li considera una vera e propria minaccia per la popolazione, oltre che un serio problema per le coltivazioni e per l’equilibrio ambientale.
Il risultato è che oltre sei italiani su 10 (62%) ne hanno una reale paura e quasi la metà (48%) non prenderebbe casa in una zona infestata dai cinghiali. Non solo: si stimano danni per oltre 200 milioni di euro ai raccolti con effetti anche sulla stabilità dei prezzi ma a preoccupare sono anche i rischi per la salute provocati dalla diffusione di malattie come la peste suina.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso.

Guarda anche

Teano – Depuratori rotti o inesistenti: il giudice cancella la multa all’ex sindaco Di Benedetto

TEANO – Il tribunale civile di Santa Maria Capua Vetere ha accolto il ricorso presentato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *