Ultim'ora

Sparanise – Truffa all’Inps: assoluzioni o prescrizioni, processo chiuso

Sparanise – Undici imputati prosciolti per intervenuta prescrizione dei reati e 2 assolti con formula piena. Questa la decisione del giudice Honoré Dessi del tribunale di Santa Maria Capua Vetere che ha pronunciato la sua sentenza nel processo nato dall’inchiesta sul progetto “Home Care Premium 2012”.  Il giudice ha dichiarato la prescrizione nei confronti di Vincenzo Merola, 61enne ed ex assessore al Comune di Curti (ente che fa parte dell’Ambito Territoriale C8); Rosa Cenname, 71enne di Casapulla; Hamed Abdellmoeti Abdelfattah, egiziano di 32 anni residente a Casapulla; Antonio Crocco, 49enne di Casapulla; Annunziata Pengue, 44enne di Curti; Maria Olimpia Martiello, 91 anni di Sparanise; Maria Grazia Papa, 49 anni di Sparanise; Paola Mandara, 70 anni di Sparanise ed ex assistente sociale; Antonietta Aletto, 59 anni di Sparanise; Raffaele Cappabianca, 69 anni di Santa Maria Capua Vetere; Rosa Valentino 31 anni di Viterbo. Assoluzione piena, invece, per non aver commesso il fatto per Antonio Mandolfi, 84 anni di Capua, ed Angela Giovanna Papa, 55 anni di Sparanise. Gli imputati erano accusati, a vario titolo, di truffa per aver ottenuto dall’Inps, nell’ambito del progetto assistenziale “Home Care Premium 2012”, somme per prestazioni assistenziali o mai erogate o erogate da parenti dei beneficiari del servizio.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso.

Guarda anche

Caiazzo – Schianto mortale, la città piange Nicola

Caiazzo – Si svolgeranno oggi i funerali dell’infermiere deceduto per un incidente stradale, avvenuto qualche …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *