Ultim'ora

Cos’è il remarketing e quali vantaggi offre nell’acquisizione di nuovi clienti?

Il remarketing o retarketing è una forma pubblicitaria che si fonda sul trovare utenti online in base a comportamenti o azioni tenute dagli stessi dinanzi a un annuncio. Molto semplicemente è lo stimolo visivo che riceviamo, mentre navighiamo, dopo aver manifestato interesse per un biglietto aereo, un paio di scarpe e così via.

Cos’è il retargeting o remarketing?

Si tratta di un tipo di pubblicità che si fonda sul principio per cui solamente il 2% del traffico web si converte dopo la prima visita. Questo significa che solo due utenti su cento acquistano, si iscrivono o scaricano un file dopo il primo approccio con una proposta commerciale di qualsiasi genere.

In questo campo, si parla spesso di remarketing Google Ads, dal momento che questo tipo di campagna trova applicazione con gli annunci e con le campagne che possiamo avviare con tale piattaforma. Vediamo meglio in che modo.

Google Ads e remarketing

Il remarketing con Google Ads si fonda sulla tecnologia dei cookie e sul codice Javascript anonimo che segue gli utenti nelle loro navigazioni sul web. Ovviamente questo tipo di campagne avviene senza alcuna violazione della privacy delle persone, il che significa che non c’è modo risalire a nome, cognome e altri dati sensibili degli utenti con queste campagne.

Il pezzo di codice Javascript, molto semplicemente, viene inserito nel sito web da pubblicizzare, tramite uno strumento noto come “pixel” e che verrà generato quando attiveremo una campagna.

Grazie a questa attività ogni volta che i visitatori del sito web accederanno a una delle pagine, il codice raccoglierà una serie di dati in forma anonima. Successivamente le campagne con Google Ads o altre piattaforme simili ci permetteranno di pubblicare annunci con un particolare criterio, ovvero quello di indirizzarli solo ad utenti che abbiano già visitato il nostro sito web.

Tutti i vantaggi delle campagne di remarketing

Si tratta di una strategia molto efficace perché permette di concentrare i nostri investimenti pubblicitari solamente verso persone che già conoscono il nostro business e, quindi, il marchio, i prodotti e i valori. Per gli esperti di marketing, generalmente, le campagne di retargeting offrono ritorni sugli investimenti palesemente più elevati e, quindi, risulta essere la strategia più redditizia a cui mirare.

La redditività di questo tipo di campagne, inoltre, può essere ulteriormente aumentata con l’utilizzo combinato di altre strategie. Google Ads, in particolare, offre numerosissimi servizi su cui investire, ma non è il solo strumento a cui fare riferimento per monetizzare al meglio con un sito web.

Ci sono pur sempre le attività SEO, i social, le newsletter, i funnel o l’influencer marketing, ovvero tutti i “touch point” possibili attraverso cui le persone possono venire a conoscenza del brand e compiere un’azione di interesse, meglio nota in gergo come “conversione”. Per tutte queste ragioni suggeriamo di affidare le campagne di web marketing a un esperto, in modo tale da ottimizzare gli investimenti e ottenere margini di profitto migliori. Dopotutto l’obiettivo di una campagna è proprio quello di raggiungere l’obiettivo senza “bruciare” il budget, ossia ottenere vantaggi con la miglior allocazione possibile di risorse disponibili.

 

 

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Informazioni su Ale Staffiero web-master

Guarda anche

Agenzia di traduzioni professionale: tre ragioni che non ti aspetti per trovarne una

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.
Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.