Ultim'ora

TEANO – I tesori sidicini incantano New York

TEANO –  Al Metropolitan Museum of Art di New York ci sono, in esposizione, alcuni dei tesori sidicini. Sono collocati nel settore dedicato alla “Greek and Roman Art”, sezione riservata ai reperti archeologici dell’Italia meridionale. Tra le varie vetrine contenenti centinaia di oggetti e le loro descrizioni tre reperti provenienti da Teano. Il territorio sidicino possiede ricchezze inestimabili e mai valorizzate adeguatamente. Una nuova Pompei potrebbe essere riportata alla luce. Un’antichissima città sepolta da secoli e perfettamente conservata è stata individuata – grazie anche all’impiego di sofisticate apparecchiature elettroniche – in una vasta area intorno all’attuale centro abitato di Teano.  I rilievi hanno evidenziato un complesso abitativo ben articolato che si estende per oltre 60 ettari. Determinanti, ai fini del risultato, le importanti scoperte archeologiche avvenute negli ultimi anni e le recenti prospezioni magnetometriche condotte dalla scuola britannica di Roma.  Teano rappresenta un laboratorio ideale per lo scavo e la valorizzazione delle antichità. E’ questa la caratteristica che lo differisce da tutti gli altri centri archeologici della Provincia. Le ricchezze archeologiche della città teanese, attualmente riportate alla luce, rappresentano una minima parte di un immenso tesoro ancora tutto da scoprire e da valorizzare. La conservazione di tale patrimonio è stata possibile grazie al fatto che la moderna città si è sviluppata su un’area completamente diversa dagli antichi centri. Attraverso foto aree ed indagini non invasive si è accertato la presenza di interi quartieri della città antica, perfettamente conservati, mai scavati prima, che quindi, attendono solo di essere riportati alla luce. Questo potrebbe essere il centro nevralgico di un immenso parco archeologico-naturalistico. Teano offre già al turista la possibilità di “gustare” e apprezzare le testimonianze di una storia che lo hanno visto artefice principale. Una storia fatta con le mani dei propri cittadini che non hanno mai perso le proprie tradizioni. Nel museo della città sono conservati Vasi, statue, decorazioni, gioielli, tombe, ceramiche e tantissime altre bellezze fanno del museo teanese un punto unico di tutta la nostra zona.  Un museo ricco di pezzi che in molti casi rappresentano delle vere e proprie rarità. Su tutti la divinità di “Popluna” che rappresentava la dea del popolo il cui compito era aiutare il popolo a moltiplicarsi e a difendersi.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

Capua / Caserta – Traffico di reperti archeologici, arrestato il Sovrintendente Mario Pagano

Capua / Caserta – Doveva essere il guardiano, invece era il ladro. Dove proteggere e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.
Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.