Ultim'ora
foto di repertorio

Piedimonte Matese – Follia a Vairano, carabiniere matesino al pronto soccorso. Intervenuto per difendere due donne

Piedimonte Matese – Un maresciallo dei carabinieri, residente nel territorio del comune di Vairano Patenora, in servizio presso la compagnia carabinieri di Piedimonte Matese è stato costretto alle cure mediche dopo la colluttazione con un giovane immigrato albanese. Il militare, libero dal servizio, coraggiosamente, non ha esitato ad intervenire per difendere due donne che erano state selvaggiamente aggredite da un giovane immigrato, proveniente dall’Albania. Il maresciallo è intervenuto pure a difesa di un suo collega, in servizio presso la caserma di Vairano Scalo, che era in evidente difficoltà a fronteggiare l’aggressore. Alla fine i due militari sono riusciti ad avere la meglio, bloccando il giovane immigrato. Poi sono arrivati altri carabinieri e altre forze dell’ordine che hanno condotto l’esagitato in caserma.

Leggi anche:

Vairano Patenora – “Furia selvaggia” lungo via Napoli, 2 carabinieri al pronto soccorso

Vairano Patenora – Due ragazze aggredite in strada, 4 pattuglie di carabinieri sul posto. Aggrediti anche i militari

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

Capua / Caserta – Traffico di reperti archeologici, arrestato il Sovrintendente Mario Pagano

Capua / Caserta – Doveva essere il guardiano, invece era il ladro. Dove proteggere e …

un commento

  1. 1 giudice di turno rimetterà in libertà immigrato entro pochi giorni. Chisa’ quale sia il veto male in italia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.
Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.