Ultim'ora

Teano / Arce – Delitto Mollicone, la Procura chiede pesanti condanne per la famiglia Mottola

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Teano / Arce – La Procura della Repubblica di Cassino non ha dubbi: ad uccidere l’allora 18enne Serena Mollicone fu Marco Mottola con la complicità del padre Franco e della madre Annamaria. Per questa ragione il Pubblico Ministero chiede una condanna a 30 anni per l’ex maresciallo dei carabinieri, 24 anni per il figlio Marco e 21 per la madre. Questa la richiesta formulata al termine della lunga requisitoria – durata due udienze – pronunciata dinanzi alla Corte d’Assise di Cassino dove si sta celebrando il processo per il delitto della studentessa. Secondo l’assunto della Procura, Marco avrebbe colpito Serena facendola sbattere contro la porta dell’alloggio della famiglia Mottola, originaria di Teano, nella caserma dei carabinieri di Arce. La ragazza avrebbe perso i sensi. A quel punto sarebbero subentrati nel delitto anche il maresciallo Franco Mottola e la moglie Anna Maria per occultare il cadavere. Serena venne imbavagliata con del nastro adesivo e messa con la testa in un sacchetto. Per i medici legali la 18enne sarebbe morta soffocata. La Procura ha chiesto la condanna anche per il luogotenente dei carabinieri, Vincenzo Quatrale a 15 anni di reclusione accusato di concorso esterno in omicidio e di istigazione al suicidio a carico di Santino Tuzi. Richiesta più mite, invece, per Francesco Suprano per il quale la Procura chiede 4 anni,  accusato di favoreggiamento. Ora la parola passa alle difese che nelle prossime udienza avranno l’opportunità di esporre la propria versione dei fatti.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

ALLARME SERVIZI SANITARI – Soccorsi di emergenze sempre più difficili, l’appello di un cittadino ai sindaci: agire presto e in sinergia

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Alto Casertano /Matese – Un cittadino dell’Alto Casertano, attraverso un post affidato ai social, traccia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

diciannove − 3 =

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.