Ultim'ora

Sessa Aurunca / Cellole / Mondragone– Costa, mare “impossibile”: pieno di alghe morte e scie schiumose. La delusione dei bagnanti

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Sessa Aurunca / Cellole / Mondragone – Oggi 4 luglio il mare di Baia Domizia si presenta ai bagnanti nella sua veste peggiore. Una condizione che pesa anche sulle zone vicine. In realtà questo è l’aspetto vero del “mare nostrum” che accoglie inquinamento di ogni tipo: industriale, umano ed animale. Impressionante la grande scia di alghe morte che fa da barriera a chi vuole entrare in acqua per fare il sospirato bagno, completa la splendida visione un cornice di sostanza schiumosa che segue le correnti, dal Garigliano verso Mondragone. Le alghe muoiono per asfissia, cioè per mancanza di ossigeno provocata da un alto tasso di inquinamento. In questo periodo, di transizione ecologica, di cui Cingolani e Draghi si riempiono la bocca e i lavori per il grande progetto “Bandiera Blu” sono stati sospesi, causa mancanza di finanziamenti, i cittadini reclamano il diritto ad avere un mare che sia degno di questo nome. Ad alcuni è venuto il sospetto che il decantato (inutilmente) progetto bandiera blu sia un immane spreco di soldi pubblici, infatti sono destinati alla realizzazione dell’opera ben 350 milioni di euro. Almeno sono queste le voci che girano. Il progetto risulterebbe, secondo qualche esperto del settore depurazione, obsoleto e tecnicamente inadeguato alle esigenze di una zona in cui ci sono molti siti inquinanti di difficile captazione. Intanto, le amministrazioni locali incassano le tasse per la depurazione e fognature, i cittadini pagano e si accontentano di ascoltare le bugie a loro raccontate dagli amministratori che giocano al tira a campare. Le stagioni si susseguono, l’inquinamento aumenta, i sindaci continuano a fare bella mostra sui telefonini, assessori e consiglieri vanno in pellegrinaggio presso la chiesa del santo ” padrone” in attesa della notte della taranta.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

ALLARME SERVIZI SANITARI – Soccorsi di emergenze sempre più difficili, l’appello di un cittadino ai sindaci: agire presto e in sinergia

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Alto Casertano /Matese – Un cittadino dell’Alto Casertano, attraverso un post affidato ai social, traccia …

2 commenti

  1. Il mare a baia Domizia è pulito fino a maggio, appena arrivano tutti i villeggianti che hanno le case in quella zona con allacci fognari abusivi ecc. Il mare diventa impraticabile. Problema vecchio ma mai risolto dal comune di Cellole che quando arriva l’estate vanno in vacanza con la testa tutti…

  2. Tarantola e pizzicati sarà il caldo o mea culpa in primis che sto qui a lamentarmi intanto i padroni “spadroneggiano!”
    Silenzio/assenso. Oggi ho chiesto ad un bimbo di 4 anni come fosse andata la sua giornata a mare, il nostrum, Baia Domitia, mi ha risposto: puzza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

6 + tre =

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.