Ultim'ora

Alife – Lite per il Cognac fra imprenditore e ristorante. La replica di Aquapetra

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Alife – “La denuncia parziale del legale dell’imprenditore Giuseppe Sasso pubblicata il 03 giugno 2022 è stata oggetto di controdenuncia del 14 giugno 2022 da parte del legale della società riferibile ad Aquapetra  & Spa e sarà oggetto di accertamento nelle sedi giudiziarie competenti.  Ai soli fini informativi e di corretto diritto di cronaca si informa che in data 17 maggio 2022 presso il ristorante “La Locanda del Borgo “la società  Giosy’s Bright srl rappresentata  dal sig. Sasso Giuseppe ha consumato un pranzo con tre commensali i quali a fine pasto dopo dettagliate e puntuali indicazioni del sommelier hanno gustato 6 distillati di particolare pregio e fuori  carta come richiesto (registrati da 2 comande dal servizio elettronico contabilità Aquapetra) del costo complessivo di € 240.00 e non 2 semplici cognac come riferito e notiziato”.
Questa la nota della società che gestisce la struttura ricettiva con cui ha inteso fare chiarezza sulla vicenda che coinvolge il noto imprenditore alifano, Giuseppe Sasso. La vicenda, come annuncia il legale dell’azienda, finirà, con molta probabilità in tribunale.

Leggi anche:

Alife – Paga 240 euro per due cognac, imprenditore offeso e deriso. Scatta la richiesta di risarcimento danni

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

TEANO – Assessore in ferie, Rio Persico non si discute. Zarone: loro in ferie mentre la città attende

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto TEANO – A conclusione della seduta straordinaria odierna del consiglio comunale, il gruppo consiliare di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

14 + sette =

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.