Ultim'ora

Rocca d’Evandro – Comune, la minoranza a Delli Colli: campagna di menzogne e gestione allegra dell’ente

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Rocca d’Evandro – “Il sindaco Emilia Delli Colli con i suoi Post ed articoli di giornale continua la sua campagna di menzogne e gestione allegra nella piena violazione delle regole. Premesso che non ancora ci ha dato conto dei 19.000 euro destinati alle attività economiche e che sembrano essere misteriosamente introvabili. I tre consiglieri comunali non si sono presentati in consiglio comunale in piena coerenza di quanto esposto al prefetto ed altri Enti, la partecipazione al consiglio avrebbe sanato tutte le violazioni commesse dal sindaco. Noi consiglio siamo stufi degli abusi di potere commessi dal sindaco: convocazione di consiglio non in regola, mancata consegna dei documenti, violazione della trasparenza etc, per questo proseguiremo le azioni intraprese per fare valere i nostri diritti e quelli dei cittadini. I consiglieri di opposizione non scappano , ma analizzano i pochi documenti raccolti con fatica per fare emergere la verità , ed in particolare che il servizio di raccolta differenziata costa oltre cinquanta Mila ero in più annui del vicino comune di Mignano Monte lungo ( paragonabile al nostro per numero abitanti e territorio). Abbiamo già chiesto al sindaco ma senza avere risposta , dove sono finiti  gli oltre diciannovemila euro trasferiti dal ministero al comune in data09/08/2022 per FONDO PER LA CONCESSIONE DI RIDUZIONE TARI Attività ECONOMICHE CHIUSE, soldi che dovevano essere erogati o dovevano servire per ridurre la tassa sui rifiuti dalle attività commerciali che sono rimaste chiuse a causa del covid. Ma di questi soldi non vi è traccia. Inoltre abbiamo chiesto al sindaco perché non ha applicato la riduzione della tari alle attività commerciali come previsto dalla legge di bilancio come è stato fatto dai comuni vicini? Si rende conto il nostro sindaco che a rocca d’Evandro tutte le attività commerciali sono in crisi? Che molte di esse non hanno avuto la forza di riaprire ed hanno chiuso definitivamente. Noi consiglieri non scappiamo ma porteremo nelle sedi opportune la violazione dei diritti dei cittadini”.  (nota a cura dei consiglieri Marandola Ivan, Marandola Daniele, e Fionda Antonio)

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

Sparanise – Spaccio di droga, Iannucci scarcerata ed “esiliata”

Tempo di lettura stimato: 2 minuti Sparanise – I giudici del Tribunale del Riesame di Napoli, accogliendo la tesi esposta dall’avvocato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.