Ultim'ora
foto di repertorio

Venafro / Sesto Campano – Picchiavano i bimbi dell’asilo, processo bloccato da un cavillo (guarda i video con le violenze)

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Venafro / Sesto Campano – Un piccolo vizio procedurale avrebbe bloccato il processo a carico di due maestre accusate di maltrattamenti a carico dei bimbi dell’asilo in cui insegnavano. Una problematica legata alle notifiche degli atti ad una delle due imputati ha costretto il giudice a rinviare l’udienza fissata pochi giorni fa. Si tornerà in aula fra qualche mese. Sul banco degli imputati ci sono due maestre accusate di usare violenza su alcuni bimbi dell’asilo di Venafro.  Bambini colpiti violentemente con libri, schiaffeggiati, spintonati, insultati e umiliati. Bambini tenuti fermi dalle maestre mentre altri bambini tirano loro i capelli. La legge del taglione: occhio per occhio dente per dente. Questa la soluzione adottata dalle maestre coinvolte nell’inchiesta che ha portato oggi alla loro sospensione. (guarda il video delle violenze)     (guarda il video con l’intervista allo zio del bimbo vittima di violenza) 
La famiglia della piccola vittima è originaria di Sesto Campano, ma da tempo si è trasferita a Venafro dove sono avvenuti i fatti. Proprio la loro denuncia ha permesso di scoprire cosa accadeva fra le mura di quell’asilo. Una vera vergogna. Sconvolti i genitori della giovane vittima che pensavano di affidare il bambino in mani sicure e invece hanno dovuto scoprire una triste realtà (guarda il video con l’intervista allo zio del bimbo vittima di violenze)         (guarda il video delle violenze).
Serena Di Pilla residente a Venafro, originaria di Sant’Agapito (provincia di Isernia) e Luisa Rossi residente a Venafro, originale di Castel San Vincenzo, questo i nomi delle due maestre che vennero sospese nel 2019, a conclusione di un un’azione della Polizia di Stato di Isernia che eseguì un’ordinanza di applicazione della misura interdittiva della sospensione dall’esercizio dell’insegnamento a carico di due maestre di anni 49 e 58 che svolgevano la loro attività all’interno di una scuola dell’infanzia statale della provincia di Isernia a seguito di un’attività d’indagine svolta dalla Squadra Mobile con intercettazioni audio e video che hanno riscontrato i maltrattamenti denunciati da alcune madri.
Il processo riprenderà nel prossimo mese di febbraio quando partirà la fase dibattimentale, sarà quindi il giudice del tribunale di Isernia ad emettere la sentenza di primo grado sui fatti contestati alle due maestre

(guarda il video con le violenze sui bimbi)  

 

(guarda il video con l’intervista allo zio del bimbo vittima di violenze) 

 

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

Roccamonfina – Maltrattamenti in famiglia, viola gli ordini del giudice: arrestato 60enne

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Roccamonfina – E’ stato eseguito oggi pomeriggio l’ordine di arresto a carico di un 60enne …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

10 + diciannove =

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.