Ultim'ora

I timbri e i loro molteplici utilizzi

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Dalle forme più variegate agli utilizzi più disparati: sono tante le tipologie di timbri che si possono trovare sul mercato o che possono essere creati espressamente, in base alle necessità. Sono proprio le diverse esigenze a portare molte realtà verso la creazione di timbri realizzati su misura: da chi deve imprimere il proprio logo su tovaglie (si pensi ai ristoranti) o in genere su biancheria, passando per chi ha la necessità di timbrare documenti con la propria firma.
Nell’immaginario collettivo sono queste le soluzioni principali alle quali si ricorre per timbri; ma ci sono anche altre esigenze che possono rendere indispensabili prodotti di tale genere. I timbri ottone ad esempio, decisamente più di nicchia e meno noti, realizzati con materiali appositi, di alta qualità; si parla di particolari timbri che servono per utilizzi speciali, per marchiare la pelle, le ceramiche, la terracotta, la carne.

Dove acquistare i timbri personalizzati

 

I timbri in ottone possono essere acquistati tramite realtà specifiche, come nel caso di Royal Posthumus. Stesso discorso che vale per i timbri tradizionali personalizzati, che oggi possono essere configurati in massima semplicità anche in rete, su appositi siti, per essere poi acquistati in stock.
Le idee possono essere molteplici tanti quanti sono i potenziali utilizzi dei timbri: è sufficiente dare sfogo alla propria fantasia per configurare un prodotto adeguato. Ci sono poi tanti altri casi nei quali si può viaggiare meno a livello creativo ed è indispensabile invece seguire determinati paletti. Un esempio? i timbri aziendali.
Tutti i liberi professionisti così come le società ne hanno, in quanto risultano estremamente utili in ufficio andando a semplificare l’espletamento di determinate attività. La firma di documenti ad esempio, o la loro archiviazione, in quanto vanno a stampare sul foglio nome del professionista (o della società), numero di partita iva, indirizzo della sede legale, riferimenti per essere contattati.

I timbri per uso aziendale

 

I timbri di questo genere sono anche detti autoinchiostranti, in quanto non è necessario andare ogni volta ad intingerli nell’inchiostro manualmente; è sufficiente poggiarli sul foglio, fare pressione con la mano ed ecco che il timbro andrà a fare il proprio lavoro. Altri strumenti che non possono mancare negli uffici sono i timbri datari, ovvero quelli che possono essere aggiornati quotidianamente con la data corrente così da poter firmare documenti ogni giorno con il giusto riferimento temporale.
Che sia per lettere, ricevute, fatture, contratti o per casi particolari come i timbri in ottone cui si è fatto riferimento, utili per ‘marchiare’ tanti materiali anche complessi, il ricorso ai timbri personalizzati è più comune di quanto si possa pensare. Oggi grazie alla rete è possibile crearli su misura in modo semplificato, senza eccessive perdite di tempo.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

Pos mobili, cosa dice la legge e come scegliere?

Tempo di lettura stimato: 2 minuti A partire dal 30 giugno 2022 in Italia è scattato l’obbligo di accettare pagamenti con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

4 + 8 =

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.