Ultim'ora

Giardini verticali e muri vegetali.

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Al giorno d’oggi i giardini verticali e le pareti vegetali rappresentano l’avanguardia che mette d’accordo botanica e design. È stato ormai largamente dimostrato che le piante possono benissimo vivere sfidando la forza di gravità e occupare luoghi che prima erano impensabili. Grazie alle adeguate condizioni di luce, acqua e terreno, le piante vengono sistemate in altezza affinché tutti possano oggi coronare il sogno di un bellissimo giardino pendente indoor e non solo.

Dove sistemare il muro vegetale

Dopo aver letto i consigli su come scegliere la minipiscina per il giardino, arriva il momento di pensare a come creare la giusta privacy. Infatti, spesso capita che l’idromassaggio in giardino o sul terrazzo di casa sia un po’ esposta e molti cercano un modo per garantire maggiore riservatezza.

Un piccolo muro vegetale è realizzabile indoor o anche all’esterno su un balcone o un terrazzo. L’effetto scenografico garantisce un meraviglioso colpo d’occhio e non solo. sono infatti tanti altri i benefici che si possono assicurare con un giardino verticale. In base al budget a disposizione, si possono studiare soluzioni dal design ricercato ma anche più semplici grazie al bricolage.

Una volta realizzato, è fondamentale ricordare che si tratta di piante vive che quindi hanno bisogno di una cura assidua altrimenti ci si ritrova con un orribile giardino rinsecchito. Alcuni se ne prendono cura in prima persona grazie al loro pollice verde. Altri, invece, si affidano a un giardiniere che è la persona giusta soprattutto per i giardini verticali più imponenti che ricoprono intere facciate dell’edificio. Certo, esistono le soluzioni con piante e vegetali finte ma non è la stessa cosa.

I benefici della parete verde

La presenza delle piante garantisce anche un’aria più salubre. Se la parete è all’esterno, oltre alla privacy, garantisce allo stesso tempo una riduzione delle polveri sottili e dell’inquinamento acustico. Basta infatti una parete verde per ridurre le onde sonore creando una barriera contro i rumori forti e quindi una atmosfera più rilassata per godersi un bel idromassaggio.

Una parete verde assicura anche benefici psicofisici. Progettare in questo modo innovativo gli spazi dedicati al relax aiuta a rigenerarsi perché tutti beneficiano di un maggiore contatto con la natura. Diventa ancora più importante nei contesti cittadini dove le aree verdi giocano un ruolo fondamentale.

Quali piante scegliere per il giardino verticale

L’ideale è puntare sui sempreverdi che assicurano una copertura costante nel corso dell’anno. Tuttavia, potrebbe essere di grande effetto affiancare anche altre piante a foglia caduca, sebben in quantità sicuramente minore. Quando si studiano gli abbinamenti di vari vegetali, è necessario prendere in considerazione le esigenze delle singole piante. Infatti, è impossibile avere un bel giardino verticale rigoglioso se non si fa attenzione al fabbisogno idrico, per esempio. Una pianta che vuole molta acqua come il papiro non può stare vicino a piante che amano il clima secco e mediterraneo come il rosmarino.

Inoltre, si consiglia di preferire dei vegetali che possono prosperare anche in un terreno povero realizzato preferibilmente con materiale leggero piuttosto che il classico terriccio.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

Nichelatura elettrolitica e chimica, proprietà e differenze

Tempo di lettura stimato: 4 minuti Se si ha intenzione di migliorare le proprietà di base di un qualsiasi tipo di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

tre + diciannove =

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.