Ultim'ora

Rocca D’Evandro – Coronavirus, anche Delli Colli fra i sindaci denunciati. Il giallo della firma

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Rocca D’Evandro – Anche il sindaco Emilia Delli Colli potrebbe finire nell’elenco dei primi cittadini denunciati da Codacons per interruzione di pubblico servizio. Anche Delli Colli, infatti, si aggiunge alla lista – per fortuna piccola – di sindaci sceriffi che hanno deciso di violare le norme dettate dallo Stato dando un cattivo esempio ai propri cittadini, soprattutto ai più giovani. Inerme, chiaramente il Prefetto che, come al solito, scrive lettere che non portano ad alcun risultato, e appare sempre più incapace di risolvere una sola questione. A cosa serve? Prefetture e segretari comunali sarebbero due cose da abolire perché rappresentano spese inutili per la comunità.
Sull’ordinanza con cui Delli Colli chiude le scuole c’è un giallo in merito alla firma dello stesso sindaco. Infatti, secondo una serie di informazioni raccolte in paese, la fascia tricolore il giorno dell’ordinanza si trovava in ospedale per un problema personale. Quindi chi ha firmato quell’ordinanza?
Fra i sindaci che rischiano di finire in tribunale ci sono quello di Rocca D’Evandro, Cellole, di Ailano, Roccamonfina, Caiazzo, Santa Maria a Vico, San Felice a Cancello, Castel Volturno. Le scuole vanno riaperte. Le scuole in Campania vanno riaperte tutte. Soprattutto dopo le disposizioni del Tar Campania. E il Codacons è pronto a denunciare i sindaci alle Procure se non riapriranno i cancelli delle scuole e faranno riprendere l’attività didattica. “E’ inaccettabile e assolutamente non condivisibile la decisione sconsiderata di alcuni sindaci campani di tenere ancora oggi e per i prossimi giorni chiuse le scuole”. Lo sottolinea Matteo Marchetti, vice segretario nazionale del Codacons che annuncia – “si procederà a denunciare alle Procure della Repubblica competenti i sindaci dei comuni per il reato di interruzione di pubblico servizio”.

Guarda anche

Mignano Montelungo / Roccamonfina – Molestie telefoniche contro una vecchietta: zia e nipote sotto processo, condannato 27enne

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Mignano Montelungo / Roccamonfina – Due persone, zia e nipote, sono finite sotto processo con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.