Ultim'ora

Ailano – Coronavirus, “l’imperatore” Lanzone anticipa De Luca e ordina la chiusura delle scuole

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Ailano – Anche il sindaco di Ailano, Vincenzo Lanzone, non ha voluto perdere un solo minuto nella vicenda della riapertura delle scuole. E’ stato uno dei primi, prima sicuramente del governatore Vincenzo De Luca, ad emettere ordinanza per la chiusura delle scuole sul proprio territorio. La chiusura delle scuole, panacea per tutti i mali: basta un venticello, una pioggia abbondante, una gelata mattutina, basta un niente e le ordinanze dei governatori e dei sindaci, tutti super eroi, fioccano più della neve, quella neve che, purtroppo, non scende più. E come tutti gli “imperatori amministratori” in tempo di Covid19 sono bravissimi a chiudere le scuole, per qualsiasi cosa, anche “stracciando” il regolamento. Nell’ultima ordinanza, quella con cui Lanzone chiude tutte le scuole de territorio, la contraddizione è lampante: il Sindaco richiama nell’ordinanza il  TUEL. Art. 50 e 54 che parla di situazioni “esclusivamente Locali” senza dire quali siano.  In particolare, in caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica perché il Sindaco possa intervenire occorre il “carattere esclusivamente locale” perché le ordinanze contingibili e urgenti sono adottate dal sindaco, quale rappresentante della comunità locale. Ma forse occorrerebbe qualche corso di formazione prima di cimentarsi, proprio perché è difficile il ruolo del Sindaco specie quando c’è in atto una pandemia. Negli altri casi l’adozione dei provvedimenti d’urgenza ivi compresa la costituzione di centri e organismi di referenza o assistenza, spetta allo Stato o alle Regioni in ragione della dimensione dell’emergenza e dell’eventuale interessamento di più ambiti territoriali regionali. Prova ne è che l’Ordinanza sulle scuole l’ha emessa De Luca su tutte le scuole della regione.  La pandemia è una emergenza sanitaria di carattere mondiale e per cui è compente il governo. Il Governatore della Regione può adottare ordinanze ristrettive solo motivandole rispetto a peculiarità che interessano il territorio regionale. Analogamente il Sindaco può adottare ulteriori ordinanze per specificità che interessano il proprio comune.

Guarda anche

Mignano Montelungo / Roccamonfina – Molestie telefoniche contro una vecchietta: zia e nipote sotto processo, condannato 27enne

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Mignano Montelungo / Roccamonfina – Due persone, zia e nipote, sono finite sotto processo con …

un commento

  1. Il sindaco imperatore lanzone Vincenzo è uno con i controcoglioni a differenza di altri che scaldano solo la poltrona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.