Ultim'ora

Pignataro Maggiore – Ordigno bellico in periferia, intervengono i carabinieri

Pignataro Maggiore – E’ stato scoperto nella periferia del paese un proiettile da artiglieria pesante, di notevole calibro, risalente al secondo conflitto mondiale. Probabile fabbricazione inglese. La zona montana è stata circoscritta e messa in sicurezza in attesa del necessario intervento dell’esercito che dovrà prelevare l’ordigno e farlo esplodere in zona sicura. Hanno operato i carabinieri della locale stazione.
Secondo dati del Ministero della Difesa ancora oggi, ogni anno, in Italia vengono rinvenuti oltre 60.000 ordigni, principalmente della seconda guerra mondiale. In molti casi provocano feriti. Un ordigno inesploso può sembrare un gioco, ma non è uno scherzo, una questione che in Italia è poco considerata perché probabilmente poco conosciuta, esattamente come poco conosciuti sono gli ordigni bellici inesplosi. Perché le guerre mondiali sembrano una cosa tanto lontana nel tempo, una cosa morta e sepolta, e in parte è vero, ma in parte no. Le guerre hanno lasciato un’eredità disastrosa fatta non solo di vittime e di un Paese da ricostruire, ma anche di ordigni bellici rimasti seminati lungo i nostri territori e che ancora oggi sono ben nascosti. Ordigni costruiti perché somigliassero a giocattoli così da ingannare e i bambini durante la guerra, che sembrano penne, bambole, che assomigliano a tutto tranne che ordigni. Sembrano un gioco, appunto, ma non sono uno scherzo.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Informazioni su La redazione

Guarda anche

Roccamonfina – “Guerra” delle castagne, la rappresaglia dei proprietari: spaccati i finestrini delle auto in sosta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.
Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.