Ultim'ora
foto di repertorio

Roccaromana – Offesero, diffamarono e perseguitarono una coppia del paese, due operai sotto processo

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Roccaromana – E’ iniziato, oggi, con la prima udienza, presso il Tribunale penale di Santa Maria Capua Vetere, il processo nei confronti di due roccaromanesi: Claudio Parillo – operaio di una ditta di Roccaromana – e Antonio Di Marco – operaio del cantieri rifiuti nello stesso comune di Roccaromana. I due sono imputati nel processo che vede come parti offese la professoressa Vittoria Longo e Alfredo Pappalardo, dirigente scolastico ora in pensione. Parillo è accusato di aver posto in essere, con carattere di abitualità in un apprezzabile lasso temporale, con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso, reiterati atti persecutori ai danni della professoressa Longo e di Pappalardo.
Di Marco, invece, è accusato di aver offeso, con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso commesse anche in tempi diversi, mediante l’uso del profilo personale del social network Facebook, l’onore e la reputazione di Longo e di Pappalardo e segnatamente pubblicava affermazioni diffamatorie a questi riconducibili. I fatti vennero alla luce successivamente all’attentato subito dalla professoressa Longo nell’agosto del 2017 quando ignoti incendiarono la macchina parcheggiata nel vialetto di casa, bruciando ogni cosa attorno. Longo e Pappalardo, si sono costituiti parti civili nel processo, affidando la loro difesa dall’avvocato Francesco Bucciero. Nell’udienza svoltasi questa mattina, il giudice, dopo aver verificato la presenza delle parti e rilevato i capi di imputazione contestati ai due imputati Parillo e Di Marco, sentito il Pubblico Ministero e gli avvocati delle parti, ha fissato la prossima udienza per il prosieguo del processo, per il prossimo aprile 2022

Guarda anche

Pignataro Maggiore – Truffa ai danni del comune di Roma e all’Esercito, indagati il sindaco Magliocca, assessori e segretari comunali

Tempo di lettura stimato: 2 minuti Pignataro Maggiore – La Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, nell’ambito dell’indagine, ha …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.