Ultim'ora
foto di repertorio

Teano – Scuola, “cose da pazzi” al plesso di San Marco, Tutto sulla pelle dei bambini. La dura nota di Di Benedetto

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Teano –  “Abbiamo avuto la possibilità di consultare gli atti tecnici richiesti in visione. La sintesi di ciò che abbiamo letto può essere la seguente:
ai primi di GENNAIO 2021 l’amministrazione è stata informata della inaspettata PERICOLOSITÀ DI ALCUNI  SOLAI E DEI CONTROSOFFITTI DELLA SCUOLA con la consegna ufficiale della relazione contenente i risultati delle indagini svolte su quelle strutture. Alle pagine 28, 58, 60, 64, 66, 67 e 68, il tecnico aveva ripetutamente evidenziato – con chiarezza disarmante – i GRAVI RISCHI A CUI POTEVANO ESSERE ESPOSTI I PICCOLI STUDENTI. Nonostante tutto ciò, a metà dello scorso aprile la scuola è stata comunque riaperta, dopo la chiusura per pandemia, SENZA CHE NESSUN INTERVENTO DI MESSA IN SICUREZZA fosse stato eseguito. A tal proposito abbiamo verificato che il funzionario comunale aveva dichiarato – in data 08/04/2021 – urgente e indifferibile procedere ad ulteriori indagini alla luce del “QUADRO DRAMMATICO PROSPETTATO” nella verifica già eseguita (pagina 1 della relazione generale di progetto). Negli atti ufficiali non c’è però traccia di prove supplementari che avrebbero potuto confutare i risultati “drammatici” della verifica svolta. Fino al termine delle attività didattiche in presenza, tutto è invece inspiegabilmente finito nel dimenticatoio con buona pace della somma urgenza precedentemente dichiarata e della sicurezza dei bimbi.
A luglio 2021, il Comune ha riconosciuto la correttezza delle conclusioni preoccupate del professionista incaricato, approvando la sua relazione finale del gennaio 2021, e quindi AMMETTENDO DI AVER RIAPERTO LA SCUOLA CONTRO IL BUON SENSO E IN EVIDENTE VIOLAZIONE DELLE NORME.
Il 24 giugno 2021, gli uffici del Comune hanno individuato – a loro dire – le opere STRUTTURALI di consolidamento dei solai, senza svolgere alcun calcolo e SENZA DIMOSTRARE – COME LA LEGGE PRESCRIVE – LA REALE EFFICACIA DELL’INTERVENTO PROPOSTO.
Il progetto di messa in sicurezza è stato approvato con la delibera n. 80 del 01/07/2021. Questo progetto, come si legge a pagina 2 della delibera, è stato redatto dall’ufficio su richiesta dell’Amministrazione, in altre parole i VERTICI POLITICI ERANO E SONO BEN A CONOSCENZA DELLA GRAVE SITUAZIONE DELLA SCUOLA. I lavori sono stati affidati direttamente ad una ditta del posto e la loro esecuzione è stata avviata SENZA ACQUISIRE LE OBBLIGATORIE AUTORIZZAZIONI PREVISTE DALLA LEGGE.
Ora la scuola pare che sia stata riaperta ma nessuno si è preoccupato di collaudare le modifiche strutturali realizzate, sempre che i corrispondenti lavori di progetto siano stati effettivamente eseguiti; in altre parole NESSUNO PUÒ OFFRIRE LA CERTEZZA CHE OGGI I SOLAI NON SIANO PERICOLOSI. Ancora una volta tutti i responsabili continuano ad operare in spregio della sicurezza dei bimbi e degli obblighi di legge, sperperando i soldi dei cittadini. Si usa la cosa pubblica come se fosse una pazziella e se ne abusa senza alcun limite. Cosa invece potrebbe accadere?
Purtroppo tanto ancora:
– impossibilità di utilizzare la scuola anche a lavori terminati,
– congelamento del fabbricato fino alla sentenza definitiva di condanna dei possibili responsabili.
(Nota a cura dell’Associazione Futur@)

Guarda anche

Pignataro Maggiore – Truffa ai danni del comune di Roma e all’Esercito, indagati il sindaco Magliocca, assessori e segretari comunali

Tempo di lettura stimato: 2 minuti Pignataro Maggiore – La Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, nell’ambito dell’indagine, ha …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.