Ultim'ora

Cellole – Di Leone tradisce Oliviero (dopo averlo usato). La sorella: mi tagliavo la mano invece di votare e far votare un sindaco Leghista

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Cellole – “… mi tagliavo la mano invece di votare e far votare un sindaco Leghista”. Sono parole di Maria Oliviero, sorella del presidente del Consiglio Regionale, Gennaro Oliviero, rivolte al primo cittadino del paese.
Di Leone fa outing e rende pubblica la sua fede Leghista. Dopo essere cresciuto, politicamente, sempre nel Centro Destra e dopo aver operato sempre con il Centro Destra, alle ultime comunali sembrava essersi “invaghito” del Centro Sinistra tanto da ricevere l’appoggio di Gennaro Oliviero e dei suoi seguaci.  Ben presto, però, una volta eletto in municipio, il richiamo delle radici si è fatto prepotentemente avanti. Ed ecco che Di Leone organizza, a Cellole, un dibattito con Maresca e Zinzi, entrambi espressioni del Centro Destra e candidati, rispettivamente, sindaco a Napoli e Caserta. Ma che c’entra Cellole con Caserta e Napoli. Politicamente proprio nulla. Né tanto meno Di Leone potrebbe smuovere voti in quella zona. Insomma il peso politico del sindaco di Cellole, fuori dalle mura cittadine, è pari a quello di un moscerino su un Tir. Tuttavia l’iniziativa assunta da Di Leone è servita a mettere in chiaro il suo “tradimento” ad Oliviero. E’ proprio la sorella di Oliviero a rimproverare Di Leone: Caro Sindaco lei dopo un anno dimostra di avere la memoria corta, se potessi tornare indietro, mi tagliavo la mano invece di votare e far votare un sindaco Leghista. Questo servirà da lezione a tutti gli elettori di sinistra che l’hanno votata, le prossime amministrative pure verranno e le dico già ora che è inutile venire a casa mia come un anno fa a chiedere appoggio. Cortesemente vada da Zinzi e non da Oliviero, quei voti che hanno fatto la differenza e sono serviti a metterla sul seggiolo dove sta, li dirigeremo verso altri.”. Il primo cittadino cellolese ha cercato di replicare di spiegare, addirittura ha cercato di dare lezioni di politica a Oliviero. Nulla, la signora Oliviero è rimasta sulle proprie posizioni.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Roccamonfina – Comune, progetto mai realizzato: tecnici vogliono oltre un milione di euro. La sentenza del giudice

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Roccamonfina – Una importante società di progettazione ha trascinato il municipio di Roccamonfina davanti al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.