Ultim'ora

Sessa Aurunca – Baia Domizia, la lite con la ragazza fa esplodere la violenza: vetrina spaccata per la terza volta (il video dell’atto “eroico”)

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Sessa Aurunca  (di Carmine di Resta) – Quattro giovani camminano per strada, uno di loro discute con un ragazza che tentenna a seguirli. L’attegiamento poco ” ubbidiente” della ragazza fa esplodere la rabbiadel giovane. Un pugno contro la vetrina è lo sfogo “giusto”. La denuncia arriva da Domenico Spena attraverso i social: Per la terza volta nel giro di quaranta giorni ci hanno rotto una vetrina, per il terzo sabato ci fanno questo gentile regalo. Abbiamo i negozi qui dal 1965, in 56 anni non era mai successo una cosa del genere. (il video dell’atto “eroico”)
Il centro negozi di Baia Domizia dall’anno scorso è diventato un supermarket dove si “spaccia” in totale libertà alcol e droghe, dove dopo le 2 di notte è terra di nessuno, nessuno controlla nessuno, ognuno fa come gli pare e gli piace. (il video dell’atto “eroico”)
Hanno anche il coraggio di dire che non succede niente, che i reati sono in calo, che va tutto bene. Aspettiamo il commissario prefettizio Cantadori (dipendente del ministero dell’Interno) per fargli vedere con i suoi occhi come vada tutto bene. (il video dell’atto “eroico”)

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

PRESENZANO – RILANCIO DEL CENTRO STORICO E DEL CASTELLO

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Si è tenuto lo scorso Venerdì 24 Settembre un importante incontro presso la sala consiliare …

un commento

  1. Sarebbe il caso di ripristinare il servizio militare obbligatorio, questi ragazzini hanno bisogno di disciplina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.