Ultim'ora

Roccamonfina – Parco Regionale, due daini e un istrice travolti e uccisi

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Roccamonfina – Sono stati ritrovati due daini investiti e un istrice (tutti senza vita) nel territorio roccano. I daini sono stati ritrovati sulla strada provinciale nella direzione Torano-Filorisi, mentre l’istrice sulla strada provinciale in direzione Marzano Appio. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri. “Purtroppo immagini del genere sono sempre più frequenti. Il parco naturale di Roccamonfina è dal punto di vista faunistico tra i più popolati d’Italia. Raccomandiamo la massima attenzione e prudenza.” raccomanda il Sindaco Carlo Montefusco “Percorrendo le nostre strade potreste imbattervi all’improvviso in caprioli, daini, scoiattoli, volpi, lepri, istrici, lupi, ricci, cinghiali, tassi, faine ed altri animali. Come dimostrano le foto pubblicate, gli ungulati si possono avvistare facilmente dopo il tramonto o alle prime luci dell’alba, intenti a brucare nei nostri numerosi castagneti. SONO ANIMALI ERBIVORI ED INNOCUI,” continua il primo cittadino “il loro spazio d´azione non è logicamente rispettoso del nostro sistema viario ovverosia non si fermano a bordo strada guardando a destra e sinistra prima di attraversare come facciamo noi umani!!! E’ evidente che la prudenza che manca a loro dobbiamo per forza compensarla noi!”.

LE FOTO:

 

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Roccamonfina – Municipio, al via i lavori di digitalizzazione: per un Comune totalmente Green

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Roccamonfina – “COMUNE DI ROCCAMONFINA: NUOVO, DIGITALE, GREEN. Iniziati i lavori, interni ed esterni, di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.