Ultim'ora

Pietravairano – Teatro Tempio, da ritrovato a illuminato. Ora la parte più difficile: la gestione

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Pietravairano – L’antico Teatro Tempio di Monte San Nicola è passato – in pochi anni – da “teatro ritrovato” (mero rudere) a “teatro illuminato”. Un intervento, quello attuato dalle due amministrazione a guida Francesco Zarone e continuato dall’attuale sindaco Marianna Di Robbio, che passerà alla storia come esempio di buona amministrazione della cosa pubblica, capace di produrre risultati concreti.
Di notte, da pochi giorni, il teatro, completamente ristrutturato, splende sulla cima del monte ed è visibile dall’intera vallata. E’ illuminato da una serie di fari a led di ultima generazione. Ritorna, probabilmente, a svolgere il ruolo che gli fu assegnato dagli antichi romani: simbolo di potenza e opulenza da mostrare nel vasto territorio circostante, soprattutto da mostrare ai nemici sanniti che occupavano le montagne circostanti. Ora sarà possibile anche visitare il teatro di notte, oppure utilizzarlo per manifestazioni e concerti. Fra pochi giorni sarà installata anche la seggiovia su rotaia. Il sistema di sicurezza e videosorveglianza, invece, è già stato installato. Ora, quindi, arriverà la parte più difficile: la gestione della struttura con lo scopo di conservarla e valorizzarla, per valorizzare, con essa, il paese e il territorio circostante.
Il Teatro Tempio San Nicola nasce presumibilmente in età ( Romana-Repubblicana 509-343 a.C.)  unico nel suo genere sopratutto per il suo posizionamento in altura ( quota 450 slm circa). Si tratta di fortificazioni di varia tipologia e grandezza con mura in opera poligonali che si caratterizzano lungo le dorsali ad una quota che va dai 300-600 metri. Arroccate su posizioni elevate esse dovevano rappresentare l’elemento più caratterizzante del paesaggio antico, perlomeno in epoca preromana. Spesso si tratta di strutture complesse, e documentano una stabile occupazione dei siti, connesse alla esigenza di sfruttamento e di sorveglianza del territorio e delle vie di comunicazioni. si ha l’impressione che tali strutture siano poste in reciproca connessione , al fine di assicurare un effettivo ed efficace controllo su tutto il comprensorio. Esse siano parte di un organismo sistema di gestione e controllo del territorio, la cui genesi e il cui sviluppo, se non determinati dalle vicende delle guerre sannitiche, furono da esse sollecitati e comunque ad esse collegate.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Sparanise – Violento temporale, parte del paese allagato (il video)

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Sparanise – Alcune zone del paese sono state allagate, sommersi dalla pioggia che è caduta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.