Ultim'ora

Roccaromana / Dragoni – Sferrò 30 coltellate alla moglie, dopo 5 anni esce dal carcere per lavorare.

Roccaromana / Dragoni – Sferrò 30 coltellate alla moglie, fu condannato a 8 anni e 6 mesi di carcere. Ora è stato rimesso in libertà con l’affidamento in prova. Lavorerà in un’attività commerciale di una sua parente. Il giudice accogliendo la richiesta dell’avvocato Mozzi, difensore del condannato, ha rimesso in libertà Ruggiero Angelo Gabriele, di Statigliano frazione del comune di Roccaromana. L’uomo era in carcere per il tentato omicidio della moglie Maria Tino, di Dragoni, alla quale sferrò trenta coltellate. Un destino crudele quello di Maria Tino che riuscì a sopravvivere all’aggressione di Ruggiero, ma venne uccisa qualche anno dopo, esattamente nel 2017, dal suo nuovo compagno Massimo Bianchi. Ora per Ruggiero si apre una nuova fase della sua vita che si chiuderà fra circa tre anni quando, terminato il periodo di messa in prova avrà pagato il suo debito con la giustizia.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Informazioni su La redazione

Guarda anche

Piedimonte Matese – Comune, “tragedia” riscossione tributi: i giudici annullano i contratti con Aerarium e Pubblialifana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.
Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.