Ultim'ora

Sparanise – Tentata concussione, sindaco e segretaria sotto processo

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Sparanise – Si è svolta oggi l’udienza preliminare a carico dell’attuale sindaco di Sparanise, Salvatore Martiello e dell’ex segretaria comunale Daniela Rocco. Il Giudice per l’udienza preliminare ha deciso per il rinvio a giudizio. Il processo a carico dei due partirà nei prossimi mesi. La Procura chiedeva di processare la fascia tricolore di Sparanise e l’allora segretaria. Ricordiamo in fase di indagine il sindaco Martiello fu tratto in arresto e costretto ad un lungo periodo di “esilio” fuori dal territorio comunale.  Nei mesi scorsi la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, ha modificato l’accusa contro i due indagati: la tentata induzione indebita diventa tentata concussione. Martiello e Rocco sono accusati di aver violato gli articolo 56 e 317 del codice penale. “Il sindaco Martiello, in qualità di pubblico ufficiale e precisamente di sindaco protempore del comune di Sparanise in concorso morale e materiale con la Rocco, abusando delle loro qualità e dei loro poteri, compivano atti idonei e diretti in modo non equivoco a costringere Giaccio Gennaro a coinvolgere ed inserire in programma per le festività natalizie ditte e operatori e ad assegnare alle stesse per determinate somme, ditte che Martiello riportava su un foglio dattilo scritto unitamente alle somme da assegnare ad ognuna di esse e che consegnava nelle mani del presidente della proloco. In particolare, immediatamente dopo le regolari operazioni di valutazione da parte della commissione di gara, presieduta dalla Rocco, dei programmi offerti presentati dai tre partecipanti, che attribuiva al programma proposta dalla Proloco di Sparanise il punteggio più alto, Martiello convocava il Giacchio presso gli uffici comunali, alla presenza del segretario comunale, ove gli prospettava che doveva coinvolgere nel programma già valutato dalla commissione di gara, modificandolo, determinate ditte, giustificando tale richiesta che non poteva non far lavorare le ditte amiche dell’amministrazione. Non riuscendo nel loro intendo Martiello annullò l’assegnazione della gara alla Proloco di Giaccio”. Questa in sintesi l’accusa mossa dalla Procura  della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere contro Rocco e Martiello.

Leggi anche:

Sparanise – Induzione indebita, arrestato il sindaco Martiello

Sparanise – Scandalo in comune, si aggrava la posizione di Martiello

Sparanise – Scandalo in comune, avviso di garanzia per segretario e sindaco: chiuse indagini sull’induzione indebita

SPARANISE – Arrestano il suo sindaco, Veltre si scaglia contro gli oppositori. Quando si perde una buona occasione per tacere 

Sparanise – Scandalo in municipio, il giudice su Martiello: personalità negativa con assoluta mancanza di scrupoli

Sparanise – Arresto del sindaco, Martiello risponde al giudice: tre ore di interrogatorio

Sparanise – Arresto del sindaco, ecco l’accusa: per favorire le imprese amiche spese più soldi pubblici. Altro che “nell’interesse del paese”

Sparanise – Arresto del sindaco, ecco l’accusa: per favorire le imprese amiche spese più soldi pubblici. Altro che “nell’interesse del paese”

Sparanise – Induzione indebita, arrestato il sindaco Martiello

Guarda anche

Caserta – Tentato furto, auto completamente sfasciata

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Caserta – La notte scorsa qualche malvivente ha cercato di portar via un’autovettura parcheggiata in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.