Ultim'ora

Caserta – Ammodernamento tecnologico e investimenti in edilizia sanitaria,  l’Ospedale Sant’Anna e San Sebastiano guarda al futuro

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Caserta – Oggi, giovedì 13 maggio 2021, l’Azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta ha inaugurato la terza sala di emodinamica e avviato i lavori di ampliamento del Pronto Soccorso alla presenza del Governatore della Regione Campania, on. Vincenzo De Luca, che ha tenuto a battesimo entrambi gli eventi, del Sindaco di Caserta, del Vescovo, dei deputati regionali di riferimento del territorio casertano.

Il Direttore Generale, Gaetano Gubitosa, affiancato dal Direttore Sanitario, dott.ssa Angela Annecchiarico, e dal Direttore Amministrativo, avv. Amalia Carrara, ha accolto il Governatore nella hall principale dell’Ospedale, dove gli ha illustrato gli interventi di edilizia sanitaria e il relativo stato di avanzamento relativi a:
* lavori di demolizione e ricostruzione dell’edificio G, che tornerà ad ospitare l’Unità operativa Malattie Infettive e Tropicali con i relativi ambulatori, ma che sarà anche la nuova sede dei laboratori e ambulatori delle Unità operative Microbiologia Generale e Biologia Molecolare;
* realizzazione di un edificio a tre piani destinato a bunker per Radioterapia, obiettivo prioritario dell’attuale direzione ospedaliera, e Medicina Nucleare, ma anche all’Unità Spinale con piscine per la riabilitazione funzionale;
* realizzazione di un edificio a due piani dedicato a piastra operatoria.
Tutti progetti esecutivi, finanziati con fondi ex art. 20 L. 67/88.
“Stiamo guardando al futuro -ha dichiarato il Direttore Generale- in termini di potenziamento e miglioramento dei servizi per il cittadino” e ha sottolineato le tre direttrici lungo le quali, nel corso dei primi undici mesi della sua direzione, si è mosso e si sta muovendo l’Ospedale di Caserta, grazie al lavoro, il sacrificio, la professionalità, la disponibilità di tutti gli operatori sia della dirigenza sia del comparto:
1. fronteggiare l’emergenza covid, adeguando di volta in volta l’organizzazione ospedaliera all’evoluzione imposta dalla pandemia, con risultati molto soddisfacenti in termini di tutela dei pazienti, riuscendo ad attivare 112 posti letto covid, e di vaccinazione dei dipendenti, che ha raggiunto il 96%;
2. assicurare, comunque, l’attività assistenziale ordinaria di tutte le Unità operative, dando ovviamente priorità alle urgenze e ai malati oncologici;
3. progettare il presente e il futuro, non soltanto con gli interventi di edilizia sanitaria sopra elencati, ma anche con un significativo ammodernamento tecnologico. È stato, infatti, installato in Diagnostica per Immagini un sistema pensile robotizzato, il primo in Campania.

Dopo la benedizione di Mons. Lagnese alla terza sala di emodinamica con attrezzature all’avanguardia, illustrate dal Direttore del Dipartimento Cardio-Vascolare, prof. Paolo Calabrò, la giornata evento si è conclusa in aula magna.
“Grazie di cuore, avete dato una grande mano” -ha dichiarato il Governatore De Luca, rivolgendosi all’intera famiglia ospedaliera dell’Azienda Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta. “Grazie -ha precisato- per il senso di responsabilità dimostrato nella gestione dell’emergenza covid, per avere contribuito a che la Sanità della Campania offrisse un servizio di eccellenza”, ricordando l’inequivocabile risultato che la Campania è la regione che in Italia ha registrato il numero minore di decessi a causa della pandemia.

Guarda anche

Caserta – Tentato furto, auto completamente sfasciata

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Caserta – La notte scorsa qualche malvivente ha cercato di portar via un’autovettura parcheggiata in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.