Ultim'ora
foto di repertorio

Rocca D’Evandro / Cassino – Soldi per immigrati per fini personali, sigilli a due ville a responsabili di cooperative

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Rocca D’Evandro / Cassino – Nuovo sviluppo nell’indagine “Pecunia no Limes” portata avanti dalla Procura di Cassino, nella quale sono coinvolte alcune cooperative campane, con sede nel casertano e in provincia di Napoli. Il gip del Tribunale di Cassino, Salvatore Scalera, ha disposto il sequestro dei conti correnti e beni immobili ad uso commerciale e residenziale, tra cui due immobili nell’isola di Ischia, per un valore complessivo di oltre 750.000 euro. Secondo l’accusa i soldi destinati all’accoglienza degli immigrati, che venivano lasciati senza cibo ed al freddo, erano riciclati in altre attività e utilizzati anche per l’acquisto di beni immobili. L’indagine, lo scorso marzo, aveva portato a 3 arresti ed altre 5 misure interdittive, aveva consentito di ricostruire molteplici illeciti commessi da alcune cooperative attive nel settore del sistema dei Centri di Accoglienza Straordinaria (C.A.S.) di cittadini stranieri tra le province di Frosinone e Caserta (a Rocca d’Evandro), in relazione ai quali venivano ascritti agli indagati, a vario titolo, i reati di truffa ai danni dello Stato, frode in pubbliche forniture, autoriciclaggio, emissione ed utilizzo di fatture per operazioni inesistenti.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Pietravairano – Scontro con l’auto: milza spappolata, i medici rimuovono l’organo

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Pietravairano – E’ stato necessario un intervento chirurgico per asportare la milza. L’organo aveva subito …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.