Ultim'ora

Baia e Latina – FareAmbiente, Amato punta a realizzare il Laboratorio del Movimento ecologista Europeo

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Baia e Latina – Al via anche a Baia e Latina (CE), comune nella valle del Volturno, il tesseramento a FAREAMBIENTE. A renderlo noto è il responsabile delegato al tesseramento dott. Franco AMATO il quale su delega del coordinatore Regionale avv. Francesco Della Corte si e già attivato nel medesimo Comune per realizzare il Laboratorio del Movimento ecologista Europeo FAREAMBIENTE, fondato dal Presidente Nazionale, prof. Vincenzo Pepe, protagonista in Europa di importanti interventi sulla Green Economy, l’economia circolare, la sostenibilità e l’educazione ambientale, oltre alle lotte sulle contraffazioni agro-alimentari. Secondo il responsabile AMATO, FareAmbiente già presente nell’alto Casertano con i responsabili della Macro area matesina Pasquale Franco ed il componente dell’esecutivo regionale Giovanni Lavornia, rappresenta una delle principali associazioni ambientaliste europee con riconoscimento ministeriale, siede stabilmente ai tavoli di consultazione governativa e conta un’alta concentrazione di Guardie Ecozoofile Ambientali. Nonostante le difficoltà dovute all’emergenza Covid-19, Amato, prevede di completare il tesseramento e quindi l’adesione ENTRO FINE GIUGNO 2021 di decine e decine di soci pronti ad proporsi per FAREAMBIENTE e per la salvaguardia ambientale. Il Coinvolgimento dei cittadini e dei giovani è fondamentale, il laboratorio intende promuovere un ambientalismo che, oltre alla tutela delle bellezze paesaggistiche e naturali, contribuisca a valorizzare il territorio, la sua economia, attraverso una riqualificazione che possa rilanciarne, le sue tradizioni, le sue storie ed emozioni. Oggi viviamo in un luogo incantevole, cito il Baglio con le stradine del centro storico, mentre a Latina il Monastero della Madonna delle Grazie, che domina la collina del centro abitato e luogo di culto di centinaia di fedeli, mentre a valle spadroneggia il fiume Volturno con il ponte Aloferno. Ed é per questo che FAREAMBIENTE intende rivolgersi e collaborare con le istituzioni locali, per far sì che si esca dalla logica del parlare per entrare in quella del fare, seguendo l’esempio di altri paesi, dove sono gia attivi i laboratori di FAREAMBIENTE. Potenziare il nostro impegno ANCORA DI PIU’ PER LA NOSTRA TERRA a cominciare dal coinvolgimento di tutti, a partire dai ragazzi con iniziative e campagne di informazioni, soprattutto nel mondo scolastico, perché se non coinvolti non ameranno la mai loro terra. Con queste premesse sono convinto che quanto proposto sarà oggetto di un forte impegno e di ampia condivisione con l’intera cittadinanza e le istituzioni per migliorare la nostra terra e il nostro paese.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Pignataro Maggiore – Comunali, Magliocca e il suo “#Perchécambiare”

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Pignataro Maggiore (di Libera Penna) – “#Perchécambiare” è questo l’hashtag della maggioranza uscente, che si …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.